Giovedì 28 Gennaio 2010

La magia Apple e il futuro:
ecco la rivoluzione dell'iPad

Dopo mesi di speculazioni, Steve Jobs ha proposto ai suo fan esattamente quello che si aspettavano: una versione maxi dell'iPhone. Il minicomputer tablet, presentato da Jobs allo Yerba Buena Center di San Francisco, si chiamerà iPad e sarà acquistabile a partire da 499 dollari.

"Vogliamo cominciare il 2010 introducendo oggi un prodotto magico e rivoluzionario", ha detto l'amministratore delegato di Apple, che sul palco è apparso più in salute rispetto alle sue ultime apparizioni dell'anno scorso. Le caratteristiche dell'iPad, che sono state il tormentone di Internet per mesi, sono finalmente note.

L'apparecchio ha uno schermo da 9,7 pollici, è spesso appena 1,27 centimetri e pesa poco più di 450 grammi. La tastiera, come quella dell'iPhone, è completamente virtuale e tutte lo funzioni sono manovrabili con modalità "multi-touch". La batteria ha un'autonomia massima di 10 ore. L'iPad è dotato di un microprocessore A4 prodotto a Cupertino, ed è dotato di memoria flash da 16 fino a 64 gigabyte.

Jobs lo ha presentato come l'anello di congiunzione tra l'iPhone e il computer portatile, descrivendolo come "molto più intimo di un laptop e molto più potente di uno smartphone con uno grande e magnifico schermo".

L'iPad dispone di connettività wi-fi e bluetooth ma nelle versioni più costose può anche collegarsi alla rete Umts. Ci sono complessivamente sei fasce di prezzo, a seconda della quantità di memoria e dell'opzione di connettività prescelta. La versione più economica, con 16GB di memoria e solo accesso a servizi wi-fi, costa 499 dollari; il modello da 32GB costerà 599 dollari, e quello da 64GB sarà in vendita al prezzo di 699 dollari.

L'iPad da 16GB con wi-fi e accesso al network Umts partirà da 629 dollari; i modelli da 32GB e 64GB costeranno rispettivamente 729 dollari e 829 dollari. Alcune versioni saranno disponibili entro 60 giorni, ha detto Jobs. Negli Stati Uniti i servizi di connessione saranno effettuati in partnership con At&t, così come era stato per l'iPhone.

Il costo minimo per l'accesso al network sarà di 14,99 dollari al mese per un traffico di 250 megabyte, mentre con 29,99 dollari mensili si potranno avere dati illimitati. Non sono per ora stati annunciati accordi con operatori telefonici internazionali. Jobs ha dimostrato al pubblico presente in sala quanto sia facile navigare su Internet usando il browser Safari fornito con l'Ipad e ha composto in diretta una email digitando sullo schermo touch e scegliendo una foto strisciandoci il dito sopra.

Ha proposto l'iPad come una piattaforma per guardare video, ascoltare musica, leggere libri elettronici, organizzare e guardare fotografie e divertirsi con i videogiochi. Apple ha anche posto l'enfasi sulle nuove applicazioni che si potranno sviluppare appositamente per l'iPad. "Una nuova corsa all'oro per gli sviluppatori di applicazioni" ha detto Scott Forstall, un vice direttore generale. L'iPad, che entra in diretta concorrenza anche con l'eReader Kindle di Amazon, resta comunque una scommessa.

Sul mercato esistono da anni prodotti simili, come quelli venduti da Microsoft, ma il pubblico non ha finora risposto con entusiasmo. Parte del problema è quello di definire chiaramente cosa lo renda preferibile a un computer più grande e quale sia il suo utilizzo più utile. E' la sfida che Apple da oggi cercherà di vincere.

s.casiraghi

© riproduzione riservata

Tags