Virus, in provincia di Sondrio  un morto su dieci era sano
Sondrio coronavirus 10 aprile ambulanza (Foto by Luca Gianatti)

Virus, in provincia di Sondrio

un morto su dieci era sano

In provincia di Sondrio 13 pazienti deceduti su 127 non avevano patologie pregresse. Un terzo aveva problemi cardiovascolari, più a rischio chi soffre di pressione alta

In provincia di Sondrio su 127 pazienti morti ufficialmente di coronavirus 13, pari al 10,2% non avevano patologie pregresse.

Lo rivelano dati di Protezione Civile e Regione. Il dato è più basso rispetto alla media regionale (14%) e alle province di Bergamo (13,8%) e Como (19%), anche se la provincia bergamasca ha avuto un numero di vittime nemmeno lontanamente paragonabile agli altri.

Con riguardo alla nostra provincia, ma non solo, è forte la copresenza di problemi cardiovascolari. Sul totale dei decessi, 102 presentavano questo tipo di patologia; al secondo posto per incidenza, nella nostra provincia, diabete e malattie metaboliche; sono invece stati 20 i morti covid con complicanze respiratorie. Paradossalmente, quindi, questa forma virale così aggressiva per l’apparato polmonare sembrerebbe colpire meno, in proporzione, chi ha già problemi di tipo respiratorio. Il problema sta infatti nella reazione del sistema immunitario. In più i dati attribuiscono un fattore di rischio molto alto a chi soffre già di ipertensione o presenta problemi ai bronchi.

Su La Provincia di domenica tutti i dati e il parere dell’esperto


© RIPRODUZIONE RISERVATA