Tampone prima di Natale        C’è l’assalto alle farmacie
Tamponi, moltissime le richieste nelle farmacie

Tampone prima di Natale

C’è l’assalto alle farmacie

Pranzo in famiglia e scuole: «Troppe richieste, non ce la facciamo»

«Siamo distrutti. Questa è aumentata in modo esponenziale la richiesta di tamponi e fatichiamo, molto, a stare al passo. Vuoi per il fatto che è in aumento il contagio, vuoi perché c’è di mezzo il Natale, vuoi perché ci sono diversi casi nelle scuole, sta di fatto che siamo subissati di lavoro».

Parola di Rocco Bianchini, direttore della farmacia di Dubino che, come altre, è alle prese con una richiesta di controllo del contagio con tampone rapido, incontenibile. «Siamo strapieni. Noto oltretutto, che hanno prenotato il tampone gruppi anche de sei, per cui penso proprio che siano finalizzati a partecipare al pranzo di Natale in sicurezza».

«Noi stiamo già respingendo parecchie persone - dice Rosalba Carbone, titolare dell’omonima farmacia di a Sondrio - perché non abbiamo più posto né per il 24, né per il 31 dicembre. Abbiamo già preso parecchie prenotazioni e più di quello che facciamo non possiamo fare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA