Sondrio, trent’anni di 118
«E nuovi soccorsi notturni»

Festeggiato l’anniversario. Presto l’eliambulanza interverrà in parete

Sondrio, trent’anni di 118 «E nuovi soccorsi notturni»
La benedizione di mezzi e persone dopo la messa
(Foto di gianatti)

Parata di uomini e mezzi, ieri mattina a Sondrio, per il trentennale del numero unico di emergenza e urgenza 118, istituito il 27 marzo 1992.Ma già dieci anni prima Valtellina e Valchiavenna si erano distinte a livello lombardo e nazionale, perché è qui a Sondrio che è stato strutturato il primo servizio di elisoccorso nel 1982.

L’anniversario, e la messa celebrata in collegiata con benedizione dei mezzi e del personale sul sagrato, è stata anche l’occasione per il fare il punto sul sistema di urgenza ed emergenza in provincia di Sondrio. E in particolare sull’ultima novità entrata in vigore, l’eliambulanza attiva 24 ore su 24 e abilitata al servizio notturno.

Dall’inizio dell’anno sono stati effettuati 330 servizi, il 15% circa dei quali - una cinquantina - di notte. E la notizia importante è che da qui a pochi mesi, e comunque entro l’estate, l’elicottero sarà abilitato ad effettuare anche soccorsi notturni in parete con personale specializzato, che sta terminando il periodo di formazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA