«Politici, basta usare i frontalieri  Parliamo dei problemi»
Como mascherine, guanti e controllo delle autocertificazioni alla dogana (Foto by Andrea Butti)

«Politici, basta usare i frontalieri

Parliamo dei problemi»

Augurusa, responsabile nazionale Cgil: «Scontri sul consenso, non si parla di problemi»

«Entriamo nel merito dei problemi». Altro che polemiche tra partiti. Giuseppe Augurusa, responsabile nazionale della Cgil frontalieri, chiede alla politica di ripartire dall’analisi concreta delle questioni che riguardano i quasi seimila valtellinesi e valchiavennaschi occupati in Svizzera. Tasse, formazione e dumping, senza dimenticare i ristorni ai Comuni.

«Le forze politiche dovrebbero evitare, nei limiti del possibile, di usare i frontalieri come terreno di scontro, cioè sostituire il consenso al merito - afferma - . Le priorità su questo terreno, soprattutto nei rapporti con la Svizzera, a lavorare a un modello di cooperazione internazionale che favorisca integrazione delle comunità contro le scellerate politiche del "prima i nostri"».

La lunga intervista su La Provincia di Sondrio in edicola venerdì


© RIPRODUZIONE RISERVATA