Lunedì 13 Aprile 2009

Niente da fare per il Sondrio
folgorato... dalla Folgore

Una sconfitta per il Sondrio, nel recupero della prima giornata di ritorno, pesante nel risultato, ma non nel gioco. I biancazzurri hanno dato del filo da torcere alla Folgore Verano, ma il calcio è cinico e proprio nel momento migliore per i valtellinesi, arrivava il vantaggio dei locali. Mister Del Nero parte con Serra, a corto di allenamenti, in panchina. Così Bertolini si posiziona al centro con Romegialli (a sinistra) e Furlini (a destra) sulle fasce offensive. I monzesi rispondono con il tridente d’attacco affidato a Marra, De Maria e Vitali. Pronti via e la Folgore si fa subito pericolosa. Vitali (grande partita la sua) si scatena sulla corsia sinistra,  entra in area e fa partire un rasoterra che Selvetti devia, sulla traversa. Poi è solo Sondrio. Al 21’ è spettacolo biancazzurro. Duetto stretto tra Della Cristina e Pedroli con quest’ultimo che entra in area, resiste ad una carica e, dal vertice piccolo calcia, ma Passoni si difende con il corpo. Al 31’ arriva la doccia fredda. Vitali colpisce. Lanciato sull’out sinistro, entra in area e lascia partire un rasoterra incrociato che si infila nell’angolo basso alla sinistra di Selvetti.
Il trend dell’incontro cambia con i veranesi che insistono. Al 2’ della ripresa Monaco, entrato al posto dell’infortunato De Maria, calcia teso quasi all’altezza della bandierina ma Selvetti ci mette un pugno e respinge. Al 7’ si fa vivo il Sondrio con una conclusione dai 20 metri di Romegialli, su assist di Pedroli, che si spegne a lato. Ma al 9’ è raddoppio Folgore. Punizione dello specialista Serio con Del Signore che nel traffico riesce a deviare e mettere in rete. Alla mezz’ora Vitali si fa notare con una bella conclusione a giro dal limite dell’area, con la palla che si spegne sul palo. Al 39’ gol capolavoro per l’undici di mister Del Nero. Serra taglia dalla sinistra una palla per Della Cristina, appostato al vertice destro dell’area avversaria. Il bomber biancazzurro di prima intenzione smista ancora a sinistra per Pedroli, appostato tutto solo a pochi metri da Passoni. Il Cobra non perdona e al volo castiga il portiere locale. Due minuti dopo Della Cristina, in mezzo a tre difensori locali, si gira e lascia partire un tiro che si perde a lato di pochissimo. In pieno recupero su una punizione bomba di Commisso, Selvetti respinge ma è lesto Cavalleri a riprendere ed insaccare.

p.comerio

© riproduzione riservata

Tags