Sabato 20 Settembre 2014

Giallo di Veronica, sono ore decisive

La fiaccolata: «Non lasciamola sola»

C’è chi si aspetta di sentire da un momento all’altro il tintinnio delle manette risuonare a Grosotto.

Un’eventualità che non coglierebbe di sorpresa l’avvocato di Emanuele Casula, l’operaio di 18 anni, fidanzato di Veronica Balsamo, la cameriera di 23 anni uscita di casa sabato sera alle 19 e 45 e ritrovata l’indomani in fondo a una scarpata a Roncale.

«Hanno chiesto l’arresto del mio cliente per furto - afferma Francesco Romualdi, difensore dell’unico indagato in questa vicenda - , posso ben immaginare che la Procura di Sondrio arrivi a chiederlo per altro. Però per farlo deve avere degli elementi nuovi rispetto al passato che sino ad ora mi pare non siano emersi. Anche se, lo ammetto, di quel fascicolo la difesa ha in mano ben poco, visto che l’accesso agli atti non ci è consentito».

Intanto questa sera saranno sicuramente in molti a prendere parte alla fiaccolata organizzata dalla mamma di Veronica (partenza da piazza della chiesa a Grosio alle 19.30) per «far luce sulla verità».

«Vogliamo ricordare Veronica con una fiaccolata, farle sapere che la ricordiamo e che non è da sola nel luogo dove si trova adesso - si legge sulle locandine affisse in paese -. Stare vicino alla sua famiglia, pregare per la sua anima e ricordare a tutti che potrebbe succedere a chiunque... Veronica è figlia nostra, non lasciamola sola!!!».

Leggi l’approfondimento sull’edizione de La Provincia di Sondrio in edicola oggi

© riproduzione riservata