Domenica 06 Settembre 2009

In Valchiavenna
spariscono i negozi

Sta peggio che in altre realtà della nostra provincia il comparto commerciale valchiavennasco. Lo si desume dai dati enunciati nel nuovo Piano Socio Economico in corso di approvazione che danno una contrazione di attività e di occupati superiore a quella del resto della provincia con una tendenza alla "desertificazione", in termini di negozi presenti, nelle principali zone turistiche della valle, ovvero Madesimo e Campodolcino. «Ben serviti sotto il profilo commerciale - precisa Davide levi, presidente del comparto valchiavennaschi - sono i Comuni del fondovalle, mentre i principali centri della Valle Spluga stanno vivendo un processo di "spopolamento" commerciale così come i comuni più isolati delle valli come San Giacomo Filippo, Villa di Chiavenna e, soprattutto, Menarola che non presenta alcuna attività commerciale». Particolarmente impattante, peraltro, sempre per Levi, sulla realtà Valchiavenna è stata la nascita dei centri commerciali e, in particolare, di quello del Fuentes.

l.begalli

© riproduzione riservata