"Gravi inadempienze":
rescisso il contratto

La giunta di Morbegno azzera il contratto per la palestra di via Faedo e chiede i danni alla ditta

"Gravi inadempienze": rescisso il contratto
La ditta ha commesso «gravi inadempienze», irregolarità e pesanti ritardi. Motivi più che sufficienti perché la giunta morbegnese si sia convinta a sciogliere il contratto con la ditta appaltatrice che si è occupata dei lavori alla nuova palestra di via Faedo. E’ questo il recentissimo e drastico epilogo relativo al lento cantiere adiacente alle scuole Ambrosetti e dei rapporti fra Comune ed Energetica solare l’impresa con sede a Roma che nel giugno del 2008 aveva vinto l’appalto per la realizzazione della struttura sportiva per un importo pari a 776.878 euro.
Le opere, dopo mesi di stop e rinvii, dovevano tassativamente concludersi entro il 3 giugno di quest’anno. Così non è stato. Ora ripartiranno le procedure per la nuova progettazione e il nuovo bando per l’appalto che allungheranno inevitabilmente i tempi di ripresa dei lavori alla palestra ma anche i costi dell’intervento pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA