Il Passo Spluga apre
ma resta la polemica

Domani alle 16 sarà alzata la sbarra a Montespluga, ma gli operatori lamentano il costante ritardo della Svizzera

Il Passo Spluga apre ma resta la polemica
Cessate le condizioni di intransitabilità connesse alla stagione invernale e al pericolo di distacchi di neve sulla sponda svizzera al di là del passo, le autorità elvetiche hanno annunciato di aver disposto dalle ore 16 di domani la riapertura al transito del tratto di strada statale 36 oltre il confine e di seguito fino al paese grigione di Splugen.
La convalida del provvedimento ha fatto finalmente tirare un sospiro di sollievo ai tanti operatori turistici che confidavano in una apertura già dal primo maggio. Agli utenti del valico e agli operatori turistici italiani non è andato giù che sia stata sottovalutata la portata che questa azione assume per l’intera economia locale. Pur ribadendo il sostegno alla proposta di realizzare una via di collegamento con la Mesolcina attraverso un tunnel, è stato sottolineato a più riprese quanto sia prioritario oggi mettere in campo il massimo impegno per rendere fruibili le vie attuali, garantendo un servizio certo nelle date prestabilite a livello internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA