Sabato 25 Maggio 2013

Frana della Val Genasca
Due vedette sulla 36

SAN GIACOMO FILIPPO Controllo della Statale 36 per lo Spluga 24 ore su 24 in questo week end. A titolo precauzionale l'Anas ha deciso di posizionare due vedette, a monte e a valle della frana della Val Genasca a San Giacomo Filippo. La situazione della frana posta sul versante destro della valle è attualmente stazionaria dopo lo scivolamento della scorsa settimana, ma non si vogliono correre rischi.

Probabile anche l'intervento dei Vigili del Fuoco con la fotocellula per il controllo notturno: «Sono circolate voci su una chiusura del tracciato - commenta il vicepresidente della Comunità montana Davide Trussoni - ma state la situazione attuale non c'è questa possibilità. Oltre al monitoraggio continuo dell'Arpa, che fornisce dati in tempo reale ai comuni, abbiamo solo questa decisione da parte di Anas, che in ogni caso non modifica la viabilità, dovuta alle previsioni del tempo per il week end. La Statale rimarrà aperta».

La situazione non è mutata, insomma, ma i sentieri che l'amministrazione comunale di San Giacomo Filippo aveva deciso chiudere 10 giorni fa dopo che gli impianti di rilevazione dei movimenti della frana avevano dato segnali non buoni rimangono off limits. Così come la località di Tettavacca. «Attualmente - continua Davide Trussoni - la situazione è sotto controllo. I rilievi effettuati dalla strumentazione installata sulla frana hanno mostrato nei giorni scorsi, in coincidenza con le forti piogge, un'accelerazione della frana ma in termini non tali da mettere in pericolo il fondovalle. I provvedimenti di chiusura dei sentieri presi da San Giacomo sono solamente prudenziali. In questi giorni è intensificata l'attività di monitoraggio da parte di Arpa e abbiamo assistito a un rallentamento dello scivolamento, tornato ai livelli precedenti la metà del mese di maggio».

In quei giorni il fronte franoso aveva avuto un'accelerazione importante, passando da 4-5 centimetri al giorno a 8. Sabato pomeriggio dal versante è sceso del materiale, confluito comunque nella sacca di contenimento realizzata negli anni scorsi. Un segnale che induce alla massima cautela.

l.begalli

© riproduzione riservata