Uomo di Poggi calunnia i vigili
Condannato  a dieci mesi

Alla fine non ha potuto fare di meglio che chiedere il patteggiamento. Dieci mesi e 20 giorni di reclusione la pena per Giovanni Beltrama, sondriese del '46 originario di Poggi

Uomo di Poggi calunnia i vigili Condannato  a dieci mesi

Sondrio - Alla fine non ha potuto fare di meglio che chiedere il patteggiamento. Dieci mesi e 20 giorni di reclusione la pena per Giovanni Beltrama, sondriese del '46 originario di Poggi.

Era accusato di calunnia. In un processo del 25 giugno 2007 nel quale doveva difendersi dall'accusa di guida in stato di ebbrezza, non aveva trovato di meglio che accusare gli agenti della polizia municipale di Sondrio che lo avevano sanzionato di essersi in pratica inventati tutto.

«Hanno detto che mi hanno fatto il test, ma il palloncino io non l'ho fatto» aveva assicurato al giudice Antonio De Rosa. E lo aveva ripetuto con decisione.

Accuse piuttosto pesanti. Peccato che si siano dimostrate infondate e che Beltrama non potesse non saperlo. Calunnia, appunto.

Assistito dall'avvocato Giuseppe Romualdi, ieri ha chiesto e ottenuto il patteggiamento, ammettendo di fatto la propria colpevolezza, ma ottenendo lo sconto di un terzo sulla pena.

In un'altra udienza, il grosino Remo Cecini, classe '71, è stato invece condannato a 1.000 euro di ammenda. Il 17 settembre 2010 era stato trovato in possesso di un coltellino Opinel con la lama di 7 centimetri e di una chiave inglese da 17 centimetri.

Di qui l'accusa di porto ingiustificato di arma bianca.

Abdelhak Bouhrarat, marocchino del '64 residente a Tirano, ha patteggiato ieri la pena di 8 mesi e 2mila euro di multa per alcuni episodi di spaccio di sostanze stupefacenti verificatisi nel Tiranese nel 2009.

Anche Andrea Gugiatti,30 anni di Poggi, doveva rispondere di spaccio. Marijuana, in questo caso.

Per un periodo che va dal 2006 al 2010. Il giovane era anche stato arrestato dai Carabinieri in una retata antidroga.

Ieri mattina ha patteggiato 6 mesi con la condizionale e 2mila euro di multa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA