Sabato 01 Settembre 2012

Furto di ferro e rame:
due fratelli arrestati

SONDRIO - Rubavano materiale ferroso e rame dai container della Secam per poi rivenderlo. Avevano messo in piedi una vera e propria attività, tanto che uno di loro aveva persino aperto partita Iva in modo da poter vendere il materiale nelle discariche della provincia, ricavando parecchi soldi. Senad e Bajram Musa, il primo del '93, il secondo dell' '89, non avevano però fatto i conti con la Polizia  e con i dirigenti della Secam, che avevano notato la forte diminuzione del conferimento di materiale ferroso e del rame. E così ieri mattina per loro sono scattate le manette.


Da luglio polizia e dipendenti della Secam tenevano sotto controllo le piazzole della differenziata nei vari comuni della Valle e così quando poco dopo le 10 di ieri i due fratelli hanno caricato su un furgone Transit il materiale ferroso e il rame appena sottratto da un container della Secam a Bianzone sono stati colti in flagranza di reato e arrestati da agenti della squadra Volante della Questura.


Nel furgone avevano stipato circa 700 chili di materiale, per un valore di circa 250 euro. E parecchio materiale ferroso e rame è stato trovato anche nelle pertinenze della loro abitazione a Castione (in questo caso si parla di merce per un valore di 800-900 euro).


A Senad e Bajram Musa sono quindi stati contestati i reati di furto aggravato in concorso tra loro e diverse violazioni delle norme per la tutela ambientale. Processati per direttissima questa mattina in tribunale a Sondrio, per il furto aggravato hanno patteggiato la pena di o mesi di reclusione e 200 euro di multa. Per i reati ambientali verranno invece processati nei prossimi mesi.


Tutta la merce recuperata dalla polizia è stata messa sotto sequestro, così come il furgone Transit.

m.colombera

© riproduzione riservata