Martedì 08 Maggio 2012

Campodolcino, la sfida fra i Guanella
incorona Giuseppe come sindaco

Campodolcino - Ha stravinto Giuseppe. La sfida fra i Guanella si è chiusa con il successo del preside del "Caurga". La lista "Impegno per Campodolcino" ha conquistato la fiducia di 486 elettori, pari a una percentuale del 70,54%. Emilio Guanella si deve accontentare del 29,46% grazie a 203 voti. In consiglio entrano per la maggioranza il farmacista del paese Giacinto Delcuratolo, eletto con 100 preferenze, la giovane Fabiana Fanetti (praticante avvocato) con 64 e due dipendenti di Ski Area, Aldo Walter Della Morte e Gianluca Ghelfi, con 50 e 48 voti. Restano fuori Siro Guanella (30) e Marco Gianera (28).

 

Il risultato si è intuito sin dalle prime schede scrutinate, poi con il passare dei minuti il divario è aumentato e non ci sono più stati dubbi. Emilio Guanella porta in consiglio solo l'ex vicesindaco Renato Levi (48 preferenze). Niente da fare per Ezio Guanella (28), Stefano Rava (26), Stefano Della Morte (22), Ernestina Pedrana (16) e Claudio Buzzetti (12).

Per commentare la vittoria schiacciante il nuovo sindaco - primo cittadino anche dal 1995 a 1999 - ha parafrasato due proverbi. Il primo è "chi di blocco ferisce, di blocco perisce".

«Qualche Solone ha pensato che bastasse mettere il blocco su Fraciscio per vincere. Ma sia la parte bassa di Campodolcino, sia una buona parte dei cittadini di Fraciscio ha voluto e saputo bypassare i diktat. Quando mi sono trovato di fronte a questo blocco mi sono chiesto se lasciare o continuare. Ho pensato di potere contare sull'intelligenza e sulla sensibilità dei campodolcinesi e di buona parte degli abitanti di Fraciscio».

L'altro proverbio è «quello che ha per protagonista sia la suocera, sia la nuora, qui rappresentata dall'astro nascente e dall'astro calante: gli elettori hanno voluto punire la nuora per mandare un messaggio alla suocera».

Ma ora basta parlare di elezioni. «Ora bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare. Voglio essere il sindaco di tutti, di quelli che ci hanno votato e di quelli con opinioni diverse». Sorridono anche gli altri candidati, a cominciare da Delcuratolo, che può contare su un numero record di preferenze, e Fanetti: «Avremo uno spirito propositivo per portare una ventata di novità nel metodo e nel merito dell'attività amministrativa», assicura la più giovane esponente del nuovo consiglio comunale.

s.casiraghi

© riproduzione riservata