Lunedì 30 Aprile 2012

Piantedo, tetto in eternit
Preoccupazione in paese

Piantedo - È un vecchio fabbricato artigianale, di circa 4.000 metri quadri di superficie, progressivamente dismesso nel corso degli anni e che, come molti capannoni realizzati tra gli anni 60 e 70, è protetto da una copertura in eternit. L'edificio si trova a Piantedo, in via Vittorio Emanuele II, non distante dal centro storico del paese e la chiesa parrocchiale. Tutto intorno villette e case poste su due-tre piani, tanti orti e bei giardini e un torrente che scende vigoroso dalla montagna.


«Spesso quando c'è vento vediamo la polvere che si stacca e viene trasportata  via dal tetto - dice una piantedese che vive proprio nelle vicinanze del fabbricato - qualche anno fa facemmo una segnalazione all'Asl, ma ci dissero che non c'era alcun problema, però lo stato di conservazione del tetto ci sembra peggiorata, non siamo più tanto tranquilli, anche perché in questa zona ci sono stati diversi decessi per tumore, anche se ovviamente non possiamo essere certi che sia legato all'amianto».


Il sindaco di Piantedo, Mirco Barini, ha risposto di non aver ancora affrontato la questione in modo approfondito, in quanto il Piano Regionale Amianto Lombardia, il cosiddetto Pral pubblicato nel gennaio 2006, si prefigge la completa eliminazione dell'amianto dal territorio di tutta la regione nel tempo massimo di un decennio, quindi entro gennaio 2016. «Comunque non possiamo ignorare il problema - ha dichiarato in aula il primo cittadino - visto che ne va di mezzo la buona salute di tutti», assicurando dunque un intervento dell'ente, che i cittadini si augurano avvenga nell'arco di poco tempo.

a.polloni

© riproduzione riservata