Sabato 28 Aprile 2012

L'Istat conferma: Padesina
Comune più piccolo d'Italia

PEDESINA - Pedesina è il Comune più piccolo d'Italia stando ai dati preliminari diffusi dall'Istat sul Censimento dello scorso anno, il quindicesimo generale della popolazione del Bel Paese. Una fotografia che porta il piccolo centro della Val Gerola a rimbalzare dai lanci delle agenzie ai siti online dei quotidiani, affiancata a Roma capitale, la città più popolosa dello Stivale con i suoi 2.612.068 residenti.

Al momento della rilevazione Pedesina contava 30 abitanti che però, nell'arco di quasi un anno mezzo sono cresciuti del 10%. Il piccolo Daniel, la sua nascita lo scorso dicembre fu un evento per Pedesina, ha quattro mesi, ma presto un'altra giovane coppia che ha messo su casa in paese, appenderà un fiocco azzurro o rosa sulla porta di casa.

«Siamo una realtà, seppur la più piccola d'Italia, e siamo orgogliosi della nostra identità che finché sarò sindaco cercherò di difendere - afferma il primo cittadino Valentino Maxenti, che ogni giorno fa la spola tra la Val Gerola e il comune di Cosio Valtellino, dove gestisce la sua  falegnameria -. Molti dei servizi che offriamo ai nostri cittadini sono già stati unificati: penso ai rifiuti, al trasporto scolastico e ultimamente anche la polizia associata, però Pedesina, finché sarà possibile, manterrà i suoi amministratori, certamente non più dodici come adesso, ma l'istituzione va tutelata, altrimenti rischiamo di diventare l'ultima ruota del carro».

Insomma, per Maxenti piccolo è bello e non necessariamente costoso: «Non ci serve molto, e come tutti gli altri enti quando decidiamo di fare investimenti partecipiamo ai bandi». Per il resto in paese, dove l'età media si aggira intorno ai 45/50 anni, si vive tranquillamente e soprattutto bene. Il negozio di alimentari ha chiuso due anni fa, ma l'unico bar-ristorante della zona offre anche una piccola scorta alimentare e piatti pronti. D'estate il paese si riempie di turisti e villeggianti e a vivacizzare le serata sotto le stelle c'è un'attivissima proloco.

l.begalli

© riproduzione riservata