Giovedì 01 Marzo 2012

Bombe a mano in solaio
Via Pedretti oggi chiude

Sei bombe a mano risalenti alla seconda guerra mondiale ritrovate in un sottotetto del centro storico. Sono stati gli operai di una ditta che sta ristrutturando un immobile di proprietà del comune di Chiavenna in via Pedretti, al numero civico 16, ad accorgersi alla fine della scorsa settimana che nel solaio erano presenti alcuni ordigni abbandonati da chissà quanto tempo.
 Un ritrovamento che immediatamente ha fatto scattare le misure di emergenza in città, anche se il rischio per l'incolumità pubblica non è altissimo. Non tale da far prendere provvedimenti drastici, comunque. Durante la mattinata di oggi dovranno intervenire gli artificieri dei Carabinieri per rimuovere le bombe a mano e, in un secondo momento, farle brillare.
«Il ritrovamento - commenta il sindaco Maurizio De Pedrini - risale a qualche giorno fa. Della questione è stato investito il comando dei Carabinieri di Chiavenna che subito ha attivato le procedure previste in questi casi. Secondo la loro ispezione si tratta di granate risalenti al periodo della seconda guerra mondiale».
Un avanzo di armamento dell'esercito, quindi, oppure armi utilizzate dalle formazioni partigiane durante la resistenza. «Il ritrovamento e le operazioni di bonifica - continua il primo cittadino - non comporteranno rischi per la popolazione, se non in modo molto marginale. Per questo le operazioni comporteranno la chiusura di via Pedretti».
Chiusura che scatterà questa mattina alle 10,30 e si protrarrà fino a quando le operazioni non saranno terminate. L'area, dal portone di Santa Maria a piazza Pestalozzi sarà transennata e vigilata dai vigili urbani di Chiavenna, che hanno a tal proposito emesso un'ordinanza specifica.

a.marsetti

© riproduzione riservata