Venerdì 04 Novembre 2011

Civo, l'ex colonia
sarà rasa al suolo

CIVO - Ex colonia di Roncaglia: il 19 di questo mese nella sala ipogea della chiesa di San Giuseppe a Morbegno si conoscerà la nuova "faccia" della struttura destinata ad ospitare una casa di riposo (meglio detta Rsa, residenza sanitaria assistita) e una casa di cura (o meglio, ospedale a bassa intensità).
In questa occasione, infatti, sarà presentato il progetto architettonico del futuro spazio di accoglienza i cui lavori partiranno a primavera del prossimo anno, quando incomincerà la demolizione dell'attuale fabbricato situato nella frazione di Civo.
Il megaprogetto che coinvolgerà anche banche locali, Provincia e Curia di Como (in vesti di membri del Cda della Fondazione) per la Rsa che sarà in funzione nel Natale 2013, a causa degli alti costi di ristrutturazione prevede che l'ex colonia sia completamente demolita. Il 19 novembre di fatto si metterà la parola fine all'era dello stabile situato a Roncaglia che dal 1938 ha ospitato per l'estate bambini e ragazzi e che dalla primavera del prossimo anno finirà in polvere.
Inizialmente la colonia sarebbe dovuta restare in piedi, ma le spese hanno costretto i soci a ripiegare sulla demolizione e costruzione ex novo. La presidente dell'ex colonia Enza Mainini ha spiegato che, «ovviamente per realizzare il nuovo centro ci sarà bisogno di nuove risorse, solo per ristrutturare e sistemare l'edificio servono 6,5 milioni di euro: troppi per noi. Quindi si è deciso di passare alla progettazione ex novo di due stabili a norma, sicuramente meno costosa del restyling».
Cambieranno faccia dunque il giardino con pineta (in ventennale stato di abbandono), l'edificio laterale (l'ex lavanderia) e pure il massiccio corpo centrale, talmente unico, così imponente da interrompere da quasi un secolo il monotono paesaggio a bosco di questa fetta di Costiera.

s.baldini

© riproduzione riservata