Giovedì 08 Settembre 2011

Morbegno rinuncia al ponte
ma pensa a una passerella

MORBEGNO - Dalla Comunità montana alla società elettrica Sem il progetto di ponte all'altezza di Campovico ha ricevuto molti no. Per questo il Comune di Morbegno si è trovato nella necessità di esperire strade diverse per ottenere i fondi necessari all'opera. Un attraversamento che sarebbe funzionale non solo alla viabilità verso le frazioni al di là dell'Adda, ma anche alla Sem, che a Campovico trasformerà l'ex centrale idroelettrica dell'Enel in un impianto a biomassa. E infatti l'altra sera in commissione territorio è stata proprio la minoranza capeggiata da Salvatore Marra a chiedere che la giunta Rapella spinga sulla società elettrica perché rispetti gli impegni assunti in precedenza, visto che dalla città ha già ricevuto molto in termini di investimenti.
A scatenare la reazione dell'opposizione la proposta della maggioranza di derubricare il progetto più ambizioso di un ponte a quello più modesto, e dunque più fattibile economicamente, di una passerella ciclo-pedonale. Un attraversamento che permetterebbe comunque alla Sem di agganciare i tubi di distribuzione dell'energia della futura centrale, ma che secondo Marra è una grave rinuncia rispetto a un impegno di miglioramento dei collegamenti con le frazioni.

a.polloni

© riproduzione riservata