Va per funghi e cade:
grave un 64enne di Mazzo

Giuseppe Corlatti era uscito di casa lunedì pomeriggio. Non rientrando per cena, la moglie ha lanciato l'allarme. L'uomo è stato trovato a mezzanotte, grazie al telefonino, incastrato in un albero dopo essere caduto in un dirupo.

Va per funghi e cade: grave un 64enne di Mazzo
Era uscito per andare a cercare funghi nei boschi vicino a casa. Ma quando, verso le 19 di lunedì sera, la moglie non lo ha visto rientrare, si è preoccupata e ha lanciato l'allarme. Le ricerche di Giuseppe Corlatti, 64 anni di Mazzo di Valtellina, sono partite subito. L'ultima a sentire al telefono il 64enne era stata la moglie, attorno alle 17. Corlatti l'aveva chiamata per avvisarla che non sarebbe rientrato a casa prima di un'ora. Da allora, però, si era perso il contatto. Per circa tre ore i volontari del gruppo comunale della Protezione civile di Mazzo con i Vigili del fuoco di Tirano e gli uomini del Soccorso alpino e speleologico hanno cercato Corlatti nei boschi, senza esito. Finalmente, attorno alle 23.30, il telefonino dell'uomo ha agganciato una cella e le squadre dei soccorritori grazie al segnale sono riuscite a risalire al punto in cui si trovava l'uomo, appena sopra l'abitato di Moncecco, nel vicino comune di Vervio. Corlatti era finito in un dirupo. Nella caduta era rimasto incastrato in un albero. Per liberarlo, i vigili del fuoco hanno dovuto tagliare il tronco con una motosega. Una volta tratto in salvo, Corlatti è stato soccorso e trasportato d'urgenza all'ospedale Morelli di Sondalo. Le sue condizioni sono apparse molto serie, ma l'uomo non sarebbe in pericolo di vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA