Mercoledì 06 Luglio 2011

Operazione "Verdiana"
12 anni di carcere per droga

Sondrio - Fu una delle più vaste operazioni antidroga messa a punto dalla Questura di Sondrio che la battezzò "Veridiana" e mise nei guai 36 le persone: 11 finirono dietro le sbarre, 4 agli arresti domiciliari, 10 furono colpite dalla misura dell'obbligo di dimora e le altre denunciate in stato di libertà.

L'accusa era la stessa per tutti: detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in zone concentrate tra la Bassa Valle e la Valchiavenna, ma con ramificazioni a Milano, Brescia, Bergamo, Savona e Lodi.

 

Dalle indagini al processo - Ebbene, ieri in Tribunale a Sondrio, il vice presidente del tribunale Francesco Saverio Cerracchio - ha emesso l'ultima condanna che scrive così la parola fine su un'inchiesta ciclopica che nel giro di due anni è passata dalle indagini alle sentenze: 12 anni e mezzo di pena detentiva e 27.600 euro di multa per 15 imputati, per gli altri e per alcuni di loro ma per altri capi di imputazione, saranno altri tribunali a doversi pronunciare.

Ma ripercorriamo questa intricata vicenda. Nominato gup per via delle incompatibilità dei colleghi, Cerracchio il 13 giugno scorso ha emesso sentenze di patteggiamento per 14 imputati, mentre nei confronti di sette ha dichiarato l'incompetenza del tribunale di Sondrio trasmettendo gli atti a Lodi. Nell'udienza preliminare che si è tenuta ieri ha emesso un patteggiamento e ha trasmesso gli atti a Lodi (per tre imputati) mentre per un capo di imputazione a carico dell'indagato a cui fu intestato il fascicolo (Gianni Bongiascia) ha già fissato il giudizio abbreviato per il prossimo 30 settembre.

Le condanne - Ecco i patteggiamenti che hanno consentito agli imputati di beneficiare dello sconto di un terzo della pena: Candida De Stefani sei mesi di reclusione, Guido Magni, due anni e 4mila euro di multa, Matteo Clementi, cinque mesi e 1000 euro, Filippo Fascendini, due mesi e 1000 euro, Nicola Pisano un anno e due mesi e 1000 euro, Sergio Acquistapace, 7 mesi e mille euro; Roberto Canovi e Christian Codega dieci mesi e 2000 euro ciascuno; Raffaele Pizzini, 8 mesi e 2mila euro di multa, Daniele Raschetti, 10 mesi e 2600 euro; Fernando Pedroli, sei mesi e 2mila euro; Marco Bassi, sei mesi e 1000 euro (pena sospesa per la sola pena detentiva); Giorgio Del Fedele, un anno e 8 mesi e 3000 euro di multa; Felice Spandrio un anno e 3mila euro di multa; Simone Pozzoni, 7 mesi e 2mila euro di multa (revocato l'obbligo di dimora) e per Guido Magni revocata la misura degli arresti domiciliari e sostituita con l'obbligo di firma due volte alla settimana. Pena sospesa per De Stefani, Clementi, Fascendini, Acquistapace, Canovi, Codega, Pizzini, Raschetti, Pedroli, Spandrio.

Di Gianni Bongiascia, Carmelo Di Muoro, Serena Martinucci, Vito Biavaschi, Gianandrea Zani, Aristide Bianchini e Giorgio Baroli si dovranno occupare altri tribunali.

s.casiraghi

© riproduzione riservata

Tags