Mercoledì 30 Marzo 2011

A Bormio redditi come Castione
E Ponte "batte" anche Livigno

SONDRIO In provincia di Sondrio nell'ultimo anno i redditi delle famiglie non sono cresciuti: il guadagno era di circa 2.200 euro lordi al mese nel 2008 è rimasto tale. Confermata quindi la posizione dello scorso anno al 25° posto rispetto a tutti i 119 capoluoghi di provincia italiani. Ma qualche sorpresa è fin troppo evidente: per esempio si scopre che nella classifica dei redditi imponibili su cui si paga l'addizionale Irpef, a Bormio il reddito medio è addirittura inferiore a quello di un contribuente di Montagna, oppure di Poggiridenti, o è quasi uguale a quello denunciato in media a Castione. Sembra, insomma, che il turismo non «paghi». Tanto che ad Aprica i redditi denunciati sono addirittura inferiori a quelli di Bormio ma anche a quelli di Ardenno, non certo paese a forte vocazione turistica. In mezzo fra Bormio e Ardenno c'è Livigno, redditi superiori di mille euro a quelli denunciati a Lovero ma inferiori in media a quelli che si denunciano a Chiuro. Paradossi fin troppo evidenti del fisco valtellinese, verrebbe da dire. E, difatti, qualche perplessità la classifica dei redditi su cui si pagano le tasse - e pubblicata dal «Sole 24 Ore» sui dati del ministero delle Finanze - la fa emergere senza nemmeno troppa difficoltà.
Sondrio è al 25° posto, in Italia. Davanti in Lombardia ci sono solo Pavia, al 5° posto, Varese al 10°, Como al 14°, Lecco al 18°, Lodi al 20°, Brescia al 21°, Mantova al 22°, quindi, Cremona a 36°.
Il reddito medio denunciato in provincia di Sondrio ai fini dell'addizionale Irpef nel 2009 non è andato oltre i 26.405 euro. Solo il capoluogo Sondrio ha registrato guadagni medi di 26.404 euro (+12,5%) per un ammontare complesso di imponibile Irpef di 360,7 milioni di euro (+14,5% sul 2005) grazie all'«esercito» di contribuenti cresciuto dell'1,8% rispetto al 2005. A questo «livello» di reddito, si avvicinano solo altri nove Comuni: Morbegno, con 24.223 euro, Poggiridenti con 24.040, Montagna con 23.775, Tresivio con 23.230, e il «caso» di Bormio con 22.868, Tirano con 22.745, Castione con 22.420, Chiavenna con 22.149, e Ponte in Valtellina con 22.057 euro.
Tutti gli altri Comuni della provincia di Sondrio - sono nel complesso 78 - hanno un reddito medio annuo sul 2009 inferiore ai 22mila euro con le punte minime a San Giacomo Filippo (16.244), a Villa di Chiavenna (16.358), a Cino (16.966), Valmasino (16.982), Albaredo (17.190), Caspoggio (17.620), e Lanzada (17.961). Tutti gli altri Comuni hanno redditi medi superiori ai 18mila euro. Già, peraltro, da questa ultima nota relativa ai Comuni col reddito medio più basso, si legge la performance non brillante - tolti appunto Bormio ma anche Livigno e Aprica - di quattro Comuni sedi anche di località turistiche come Caspoggio, Lanzada e Valmasino e Chiesa Valmalenco, quest'ultima con una media di redditi di 19.556 euro e un imponibile complessivo di 27 milioni con 1.420 contribuenti.
Un trend al «ribasso», invero, che interessa anche altri Comuni turistici come Valfurva con un reddito medio di 18.060 euro e un imponibile di 27 milioni, Campodolcino con 19.224 euro e un imponibile di 11 milioni, Valdidentro con 19.702 euro e un imponibile di 42 milioni, Valdisotto con 19.862 euro e un imponibile di 38 milioni, Teglio con 20.312 e un imponibile di 52 milioni, Aprica con 20.354 euro e un imponibile di 20 milioni, Madesimo con 21.487 e un imponibile di soli 7 milioni, e Livigno con 21.553 e un imponibile di 75 milioni.
Per ammontare del reddito imponibile, del resto, spiccano le città capoluogo di mandamento e poche altre località. Oltre a Sondrio con 360 milioni, Morbegno con 180, Tirano con 118, Chiavenna con 89, Livigno con 75, Cosio con 64, Bormio con 57, Sondalo con 55, Teglio con 53, e Talamona con 51, Grosio e Berbenno con 50. Tutti gli altri comuni, eccettuato Albosaggia e Montagna, hanno imponibili decisamente inferiori, mentre rispetto al numero dei contribuenti si evidenzia un calo, sul 2008, in ben 37 comuni della provincia di Sondrio, di cui 9 in calo anche sul 2005. Sotto i 100 contribuenti si hanno a Pedesina (18), Menarola (20), Spriana (76) e Bema (80). Con redditi medi sopra i 20mila euro però, sia a Pedesina (20.623) sia a Menarola (20.767).

l.begalli

© riproduzione riservata