Martedì 01 Marzo 2011

La Compagnia degli Incauti
a Sondrio con "1984"

Sondrio - Il “1984” di George Orwell arriva stasera alla Sala Don Bosco (ore 21) per la stagione di Sondrio Teatro. E' la Compagnia degli Incauti, diretta dal regista Simone Toni a proporre una rilettura del capolavoro orwelliano, scritto nel 1948 e ancora attuale: il testo viene adattato, con la selezione di alcune scene fondamentali, senza tradire l'originale, per un pubblico del Terzo Millennio, spettatore di una realtà che ha superato spesso la fantasia letteraria.
Sul palco, insieme allo stesso Toni, Luca Carboni e Annalisa Salis, mentre le musiche dal vivo sono eseguite dal 1984 quartet.
La versione degli Incauti ci riporta nel cupo universo immaginato dallo scrittore inglese, in cui le relazioni umane sono sotto stretta sorveglianza e il sesso considerato alla stregua di un crimine, dove il passato e il presente vengono riscritti e modificati a piacere da una classe dominante di tecnocrati, dove l'umanità e schiacciata dalle macchine.
Gli attori si muovono sulla scena scambiandosi di volta in volta le parti e seguendo schemi nati da un lavoro laboratoriale svolto sulle “metamorfosi” di Escher. Si avrà una sensazione di precaria omologazione fra i personaggi, come se chiunque potesse diventare protagonista di 1984 “e questo forse è uno degli avvertimenti che Orwell ha nascosto tra le righe della lungimirante favola che ha scritto prima di morire, esattamente sessant'anni fa”, sottolinea il regista Toni.
Il biglietto (22 euro posto unico, 3 euro per i giovani fino a 25 anni) è in vendita presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Sondrio o stasera stessa al botteghino del teatro, secondo disponibilità di sala.

s.baldini

© riproduzione riservata