Venerdì 25 Febbraio 2011

Morbegnese incensurato
condannato per droga

Un anno e 4 mesi di reclusione e 2mila euro di multa (pena sospesa) è la sentenza pronunciata dal Gup Fabio Giorgi nei confronti di Michele Vaninetti, del '77 di Morbegno, accusato di detenzione ai fini di spaccio di ben 925 grammi di hashish (2586 dosi) e di 31 di cocaina (pari a 154 dosi). I fatti risalgono al 17 dicembre del 2007 quando l'allora trentenne incensurato venne arrestato dagli agenti della sezione narcotici della squadra mobile di Sondrio con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Trovarono nell'auto dell'uomo 10 panetti di hashish e i 30 grammi di cocaina.
Alcuni informatori avevano avvisato gli agenti che quel lunedì Vaninetti sarebbe andato a Milano per farsi una bella scorta di droga. Così è scattato il consueto appostamento a Piantedo, all'uscita della superstrada 36 del Lago. Alle 21.30 è spuntata la sagoma della Fiat Uno dell'autista. All'alt della polizia Vaninetti ha reagito con un evidente nervosismo: tanto è bastato agli investigatori per capire che la pista era giusta. Non c'è voluta nemmeno una complicata perquisizione per arrivare a trovare i panetti di hashish e la cocaina, nascosti alla bell'e meglio sotto il sedile del passeggero. Una curiosità: i 10 panetti da un etto erano marchiati "D & C", su imitazione del marchio degli stilisti Dolce e Gabbana e sul mercato avrebbero fruttato circa 10mila euro, da aggiungere ai circa 3mila euro per la vendita della coca a fronte di una "spesa" tra i 4 e i 5mila euro per l'approvvigionamento a Milano.

a.marsetti

© riproduzione riservata