Sabato 12 Febbraio 2011

Dubino tappezzata di adesivi
il sindaco: "C'entra la Lega"

DUBINO - Un sitoè stato pubblicizzato nei giorni scorsi nel centro della Bassa Valle appiccicando decine di adesivi su panchine, lampioni dell'illuminazione pubblica, fermate dell'autobus. Il sindaco di Dubino, Rosa Barri, li ha fatti rimuovere dalla polizia municipale perché fonte di "degrado per le strutture pubbliche". Il sito non ha targhe, né colori politici. L'unico accenno alla sua paternità fa riferimento a un "gruppo di cittadini di Dubino e Nuova Olonio che in occasione delle prossime elezioni comunali intende promuovere un'ampia discussione sul futuro del paese". Dietro all'iniziativa, secondo l'opinione del sindaco ci sarebbe in realtà la Lega Nord: "Primo perché molti dei commenti sono fortemente critici nei confronti della nostra amministrazione - dice Barri - e poi il testo che ho inviato io personalmente a replica di altri interventi non è stato pubblicato. Ho chiesto spiegazioni all'amministratore che mi risulta sia Luca Zambon, ex consigliere provinciale leghista, curatore di alcuni siti ufficiali del Carroccio, ma non ho avuto nessuna risposta. Chi ha messo in piedi questa iniziativa lo avrebbe dovuto fare nei modi corretti, tramite dei volantini, ad esempio, e non andando ad imbrattare le strutture pubbliche del paese".
Ma interpellata sulla questione la consigliera del Carroccio, Greta Pellegatta, respinde ogni addebito, marcando la distanza tra la sua organizzazione politica e il sito di opinione promosso di recente. Ma certo in paese la vicenda animerà il dibattito pre-elettorale.

a.polloni

© riproduzione riservata