Venerdì 04 Febbraio 2011

Madesimo, scialpinista
ritrovato vivo ieri sera

MADESIMO Ritrovato vivo dopo ore di angoscia. Uno scialpinista bergamasco di 73 anni, Marino Zetti, è stato ritrovato dalla macchina dei soccorsi ieri sera alle 21,10 in località Val Loga Alta, nel territorio comunale di Madesimo in zona Montespluga, sopra i duemila metri. Le sue condizioni di salute sono state definite discrete, anche se il suo fisico dovrà essere sottoposto a ulteriori accertamenti data l'età delle persona e lo stress fisico e nervoso cui è stato sottoposto. L'uomo infatti aveva cominciato l'escursione in solitaria mercoledì, ha dormito nel bivacco in Val Loga e ieri mattina ha chiamato i familiari dicendo che stava bene e che intendeva proseguire lo splendido giro panoramico che si sviluppa tra le vette del Pizzo Ferrè, della Cima di Val Loga e del Pizzo Tambò.
Nel pomeriggio però qualcosa è andato storto ed è partito l'allarme che ha fatto subito scattare le ricerche. Decine le persone - del Soccorso alpino di Madesimo, dei vigili del fuoco di Madesimo, Mese e Sondrio, dal Sagf della Guardia di finanza - impegnate nelle ricerche nel tentativo di ritrovare ancora in vita l'escursionista. I soccorritori hanno impiegato anche le motoslitte per cercare le tracce lasciate dall'uomo con i suoi sci. Ed è stato proprio grazie a questo estremo tentativo che si è capito che era stata imboccata la pista giusta. Prima, infatti, è stata notata una "impronta" fresca lasciata sulla neve. Poi sono stati trovati alcuni mandarini e una bottiglietta d'acqua. Infine si è materializzata la sagoma dello scialpinista, provato dal gran freddo e dallo scoramento. Solo il provvidenziale intervento delle squadre di soccorso gli ha probabilmente evitato una brutta fine.

l.begalli

© riproduzione riservata