Venerdì 04 Febbraio 2011

Sondrio, massaggiatrici
denunciate dai vigili

SONDRIO - Quando gli agenti della polizia municipale sono entrati nel centro estetico di via Toti pensavano di dover effettuare semplicemente un accertamento di tipo amministrativo.
Ben presto però si sono resi conto che c'erano gli estremi anche per la denuncia penale. Due delle massaggiatrici che in quel momento stavano lavorando all'interno dell'esercizio, due giovani di origine cinese, sono risultate prive di qualsiasi abilitazione alla professione di estetista.
A loro carico, mercoledì, è scattata così la denuncia penale per esercizio abusivo della professione. Non solo, ma, proprio per le irregolarità riscontrate nel centro estetico, è stato emesso un provvedimento di chiusura dei locali. Da verificare la posizione del direttore tecnico della struttura, una donna italiana che al momento dell'arrivo degli agenti del comandante Mauro Bradanini non era presente al centro estetico.
Proprio qui sta il presunto illecito: le disposizioni che regolano l'esercizio del lavoro dei centri estetici richiedono la presenza del direttore tecnico. Senza la supervisione della persona che riveste questo incarico, gli altri addetti al centro estetico non possono effettuare alcun trattamento.
Sono in corso accertamenti anche per verificare che non ci fossero altre irregolarità.

r.carugo

© riproduzione riservata