Mercoledì 15 Dicembre 2010

Livigno, un giovane
perde la vita sugli sci

LIVIGNO - A quindici giorni dall'apertura degli impianti da sci, la prima tragedia sulle nevi in provincia di Sondrio. È successo ieri a Livigno, sulle piste del Carosello.
La vittima è un giovane turista polacco: Maciej Zembròn. Aveva soltanto 26 anni. Stava sciando con una comitiva di connazionali quando attorno alle 10 si è scontrato con un altro sciatore, anche lui polacco, rimasto sostanzialmente illeso.
Il colpo subìto alla testa da Zembròn è stato terribile: il giovane è rimasto sulla neve incosciente in arresto cardiaco. La macchina dei soccorsi è scattata immediatamente e, pochi minuti dopo, l'elicottero del 118 era già sul posto, a quasi 2.500 metri di quota, per i soccorsi.
Dopo una lunga e laboriosa manovra, il ferito è stato rianimato, ma non ha ripreso conoscenza. È stato così intubato e caricato sul velivolo per il trasporto d'urgenza all'ospedale Morelli di Sondalo. Le sue condizioni sono sembrate subito gravissime: presentava un vasto ematoma cerebrale contro cui i medici hanno lottato per tutto il pomeriggio. In serata la drammatica notizia: il giovane non ce l'ha fatta.
Mentre sono state attivate le procedure per il rimpatrio ad Opole, la città della Polona dalla quale il giovane proveniva, i carabinieri hanno avviato le indagini per stabilire la causa esatta dell'incidente.

r.carugo

© riproduzione riservata