Mercoledì 24 Novembre 2010

Sondrio, la 38 slitta a ottobre
resta l'incognita tangenziali

SONDRIO - Il primo stralcio della variante di Morbegno - i 9 chilometri da Fuentes a Cosio - sarà completato per ottobre 2010, con uno slittamento di sei mesi rispetto al primo termine indicato in aprile dello stesso anno, entro la fine di questo mese il progetto definitivo della tangenziale di Tirano sarà pronto per essere inviato al ministero delle Infrastrutture per l'attivazione del nuovo iter della legge Obiettivo, ma in tutto ciò per le opere previste nel protocollo d'intesa per il miglioramento dell'accessibilità alla Valtellina continuano a mancare "integralmente"51 milioni di euro. Criticità economiche che hanno convinto il collegio di vigilanza a chiudere i conti della tangenziale di Morbegno sottraendoli a quella di Tirano alla quale andranno i ribassi d'asta.
Statale 38 e tangenziali di Morbegno e Tirano sono state oggetto di discussione ieri nella sala consiliare del Pirellone a Milano grazie all'interrogazione presentata nei giorni scorsi dal consigliere regionale del Pd Angelo Costanzo e rivolta all'assessore alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo. E' stato proprio l'uomo della giunta Formigoni a fare il punto su tempi e risorse. Per quanto riguarda il primo punto Cattaneo ha confermato lo slittamento di sei mesi nella consegna dei lavori in corso: da aprile ad ottobre 2011.
"Va bene lo spirito costruttivo dell'assessore Cattaneo, ma la preoccupazione per l'effettiva realizzazione delle tangenziali di Morbegno e di Tirano rimane". Ha commentato così il consigliere regionale Angelo Costanzo la risposta di Cattaneo alla sua richiesta di informazione circa la situazione, soprattutto economica, del protocollo d'intesa sull'accessibilità alla Valtellina. "Dalla risposta non sono arrivate certezze rispetto ai 60 milioni di finanziamento statali fondamentali per garantire l'avvio dei lavori della tangenziale di Morbegno - dice Costanzo -. Problema sollevato anche dagli onorevoli Codurelli del Pd e Crosio della Lega, in commissione lavori pubblici della Camera". Ma non solo. Secondo Costanzo anche dei 50 milioni previsti dalla Regione non ci sarebbe certezza "perché dovrebbero essere collocati nel fondo globale per la Lombardia di 130 milioni per il 2011 e non finalizzati chiaramente per la tangenziale di Morbegno. Non vorrei che queste poche risorse venissero promesse a tutta la Lombardia e alla fine usate altrove".
C'è poi la questione di Tirano. I fondi previsti per quella tangenziale sono stati spostati su Morbegno e solo un eventuale ribasso d'asta di quell'opera consentirebbe di riposizionare risorse, in ogni caso insufficienti visto il lievitare dei costi. "Credo che chi governa debba avere il coraggio di dire che di fronte a questa situazione sarà difficile realizzare la tangenziale di Tirano".

a.polloni

© riproduzione riservata