Venerdì 29 Ottobre 2010

Sondrio, in dodici pronti
a partire per l'Australia

SONDRIO - Come cent'anni fa. Qui non ci sono grandi prospettive? Si fa la valigia e si cambia aria. E c'è chi, per dare una svolta alla propria vita, non si fa problemi ad andare dall'altra parte del mondo.
«Sono rimasta sorpresa anch'io, non mi aspettavo tanto interesse per l'Australia. Invece in queste ultime settimane sono già 12 i giovani della provincia di Sondrio che mi hanno contattata per organizzare il proprio soggiorno là». A parlare è Roberta Meago, coordinatrice per le "working holiday" (le vacanze di lavoro) e consulente per gli investimenti italiani in Australia nell'ambito dell'associazione Italia/Australia.
Presente in Italia dalla fine degli anni 70, l'associazione si occupa proprio di risolvere tutti i problemi burocratici e di inserimento che incontra chi decide di vivere un'esperienza all'estero: visti, rispetto delle leggi sull'immigrazione, investimenti, relazioni socio culturali e qualsiasi altro aspetto relativo alla relazione tra i due paesi.
È soprattutto attraverso il proprio stand in piazza Garibaldi nell'ambito della Midop, l'importante rassegna internazionale sui documentari, che l'associazione ha avuto l'occasione di farsi conoscere al grande pubblico in provincia di Sondrio. L'interesse dei valtellinesi ha colto di sorpresa la stessa Meago. «Le richieste di soggiorno sono arrivate soprattutto da parte di giovani della Valchiavenna, di Tirano e di Chiesa - spiega la coordinatrice -. Ma ci sono anche un paio di progetti di investimento che stanno prendendo piede, con alcune aziende della provincia intenzionate a sbarcare in Australia. Aziende importanti, e progetti decisamente interessanti. Soltanto quando saranno stati ufficialmente siglati i contratti, però, gli interessati potranno spiegare di che cosa si tratta. La sede degli investimenti è Perth, nell'Australia Occidentale. Ci vorrà un annetto di lavoro, durante il quale saremo là per seguire da vicino questi pionieri del 2000».
I giovani invece sono per lo più interessati al "working holiday". È il visto dedicato ai giovani tra i 18 e i 30 anni che intendono trascorrere un anno in Australia mantenendosi con un lavoro. Compito dell'associazione, anche attraverso numerosi partner in loco, è quello di aiutare gli interessati a trovare alloggio e occupazione.
«Ma l'attività che svolgo è da intendersi anche al contrario. Anzi, è proprio così che è nata la mia collaborazione con l'associazione, ossia supportando australiani in working holiday in Italia, coordinando le attività di australiani in Italia per corsi di lavoro e assistendo artisti e musicisti che organizzano tournée o mostre qui».
Più "tecnico", ovviamente, il supporto che invece viene fornito agli investitori.
«Offriamo la nostra consulenza e la nostra assistenza in loco a chi desidera portare in Australia il proprio sistema di lavoro - spiega Meago -. L'estro italiano è sempre il benvenuto nella terra dei canguri e con il nostro know how sarà più facile e veloce imbastire il cosiddetto start up del proprio business, valutando senza inutili perdite di tempo il potenziale di un'idea. Tutto questo ricordando che l'Australia è un paese giovane con un sistema economico veloce nel quale un'attività può rendersi vendibile e fruttare anche nel giro di pochissimi anni».
Gemellaggi o iniziative culturali. Anche questi fanno parte dell'ambito di operatività dell'associazione Australia-Italia, sempre a disposizione per informazioni o assistenza per chi desidera stringere legami con l'Australia, progetti di intercultura o sodalizi di tipo sportivo o culturale.
Il sito australiaitalia.it è il punto di riferimento in rete per l'associazione della quale Roberta Meago è referente per la Lombardia (mail roberta.meago@australiaitalia.it).
«Il soggiorno in Australia è un esperienza che consiglio a chiunque - conclude Meago -. Partire e tornare, non soltanto ti apre la mente e ti suggerisce nuove prospettive, ma ti dà anche la sensazione di scegliere il posto in cui vivi anziché subirlo».

r.carugo

© riproduzione riservata