Giovedì 30 Settembre 2010

«Passamonti è in cella
da 107 giorni: ora basta»

SONDRIO Luca Spagnolatti è in attesa dell'udienza del 12 ottobre per sapere se tornerà dietro le sbarre; Simona Vitali ha ottenuto solo nei giorni scorsi - con le unghie e con i denti - la revoca dei domiciliari dopo aver tentato inutilmente di avere almeno il permesso per andare a lavorare. Anche l'ex sindaco di Cercino, Renzo Barona, dopo tre mesi di domiciliari, ora può andare in cantiere, ma gli è stato negato il permesso di partecipare al funerale di un lontano parente, suo dirimpettaio. L'ex direttore generale della Cm Salvatore Marra - che in carcere non ci è mai stato - è invece riuscito quasi subito a scrollarsi di dosso la custodia cautelare e si è persino fatto vedere negli uffici dell'ente montano, scatenando un putiferio e un'impennata nell'inchiesta sulla zona industriale di Morbegno-Talamona per il "caso Pezzini". Giacomino Rebuzzi e Franco Gusmeroli - infine - una volta ottenuta la libertà (erano ai domiciliari) hanno pensato bene di infilarsi in un cono d'ombra. E il "Passa"? Silvano Passamonti, che fine ha fatto?
«Dopo 107 giorni di carcere è ancora lì, a Monza. Adesso però basta: la custodia risulta agli occhi di gran parte della Valle, assolutamente smisurata», osservano i suoi legali Giammarco Brenelli e Maurizio Gerosa che hanno presentato una nuova istanza di revoca della misura cautelare in carcere (o in subordine di arresti domiciliari) e che ora sono in attesa dell'ordinanza del gip Fabio Giorgi.
«Le esigenze cautelari di tutela della prova sono ormai prive di qualsiasi riscontro - afferma Brenelli -, essendo del tutto plateale che Passamonti si è dimesso da tutte le cariche e tutti quelli che sono gli ipotizzati suoi interlocutori in quest'inchiesta sono già stati più volte interrogati dalla procura». Della serie: chi aveva da dire ha detto. Il resto non si può inventare...
Di più: «Passamonti è in carcere da oltre 100 giorni - incalza Gerosa - per un'accusa di peculato che a suo carico non supera i 2700 euro e per fatti che risalgono al 2004», come a dire: poca cosa rispetto a quanto combinato da un Calisto Tanzi e poi, mica l'hanno trovato con le pistole ancora fumanti...

l.begalli

© riproduzione riservata