Domenica 05 Settembre 2010

Calcio: debutto in maglia azzurra
per il figlio di "Dustin" Antonelli

SONDRIO - È il 34' minuto della ripresa. Luca Antonelli entra in campo a rilevare Antonio Cassano nel match di qualificazione agli europei del 2012 tra Estonia e Italia. Per il 23enne difensore, figlio d'arte – il padre è il morbegnese Roberto “Dustin” (soprannome arrivato per la grande somiglianza con l'attore Hoffman), attaccante del Milan anni settanta-ottanta - si tratta del debutto in azzurro. Un momento “storico” anche per la Valtellina. «Mio figlio, pur essendo nato a Monza, è sempre rimasto legato ed ha mantenuto un rapporto stretto con la Valle - spiega infatti Roberto Antonelli -. Anche adesso, che sono venuti a mancare i nonni, appena può sale a Cosio». Ha sentito Luca dopo la partita? «Ci siamo telefonati sabato mattina e mi ha detto che era molto emozionato quando mister Prandelli gli ha detto di togliersi la tuta e di tenersi pronto ad entrare. E non poteva essere altrimenti: era già soddisfatto per essere stato convocato (Luca gioca nel Parma, nda) - non è una cosa da tutti i giorni - ed era convinto di andare in tribuna. Invece è pure sceso in campo». E potrebbe rifarlo martedì nella partita contro la Faer Oer: andrà a vederlo? «Andrò di sicuro perchè appena posso vado ad assistere ai suoi impegni, ma non posso dire se giocherà o meno». Il debutto, in maniera indiretta, ha portato anche lei in primo piano. I telecronisti della Rai l'hanno citata, ricordando la sua carriera e la partecipazione alla conquista della stella con il Milan, targato Rivera. «È stata una grande soddisfazione, anche per me, ma venerdì sera il primo piano era tutto per Luca».

m.colombera

© riproduzione riservata