Mercoledì 01 Settembre 2010

"Il motto del Duce
sarà cancellato"

GROSIO - La lunga attesa per il destino delle scritte sul palazzaccio di Grosio si è conclusa. Nel consiglio comunale di lunedì sera la maggioranza ha comunicato la decisione di ripulire interamente la facciata di Palazzo Omodei sulla quale il sindaco Italo Strambini nel 2004 aveva fatto ripristinare la frase del periodo fascista «Bisogna essere forti nel coraggio. Mai voltarsi indietro quando una decisione si è presa, ma andare sempre avanti». Ma nell'ultimo mese sul quel muro è stato scritto di tutto. Per sapere il destino della scritta i partigiani di Grosio hanno dovuto attendere sei anni; il gruppo di minoranza «Corri con Grosio» (che aveva presentato domanda scritta al sindaco) altri quindici giorni; il folto pubblico del consiglio comunale non più di 55 minuti, la fine cioé del consiglio comunale. Solo quando il sindaco Antonio Pruneri ha dichiarato conclusa la seduta, il capogruppo di maggioranza Giacomino Sassella ha preso la parola per chiarire la posizione della maggioranza sulla questione scritta fascista, scritta dei partigiani, imbrattature rosse e macchie nere. «Abbiamo deciso di cancellare tutte le scritte...» ha appena fatto tempo a pronunciare prima di essere incalzato dall'ex sindaco Italo Strambini che non l'ha neppure lasciato finire di parlare: «Data l'importanza delle questione scritta (l'aveva ripristinata lui e quindi la deve considerare veramente importante) ci vuole un consiglio ad hoc sull'argomento. Non lo si può liquidare in questa maniera al termine di un consiglio».

m.colombera

© riproduzione riservata