Martedì 31 Agosto 2010

Eventi valtellinesi
chiude i battenti

Giù il siprario su Eventi valtellinesi: la gestione del polo fieristico passerà a un soggetto misto pubblico-privato. L'ufficialità verrà data dall'assemblea della Comunità montana riunita per lunedì prossimo, che affronterà l'argomento Eventi valtellinesi, società destinata a tirare l'ultimo respiro entro la fine dell'anno. A confermarlo è il numero della Cm, Alan Vaninetti. «L'obiettivo a questo punto è dar vita a una società che abbia respiro più largo di quella attuale, che possa avere uno sguardo  più ampio sul territorio - afferma -. Ovviamente la Cm e il Comune saranno ancora coinvolti ed entreranno a far parte di questo nuovo soggetto che dovrà però essere allargato a enti pubblici, privati e categorie. Lunedì formalizzeremo il passaggio durante l'assemblea ed entro il 31 dicembre il nuovo organismo dovrà muoversi sulle sue gambe».
Quella relativa ad Eventi è una delle partite più delicate e stringenti (insieme con le cosiddette partecipate dell'ente: società, servizi o enti delle quali la Cm, con modalità differenti, fa parte) che dovrà giocare la Cm dell'era post Passamonti. Eventi è la srl della Cm (che detiene il 90% delle quote societarie) e del Comune (a lui il restante 10%) nata nel 2004 con l'obiettivo di rilanciare il polo fieristico. Oggi dopo le mutazioni genetiche subite e soprattutto dopo la bufera giudiziaria che l'ha investita, la società si ritrova di nuovo in fase embrionale.
«Ora dovremo definire la forma giuridica che dovrà assumere il gestore del polo - precisa Vaninetti -. In ogni caso, la direzione è quella di una nuova  società dove imprenditori, enti locali e provinciali vengano chiamati a partecipare per la gestione del polo e delle sue iniziative». Attualmente Eventi resta terra di nessuno, nonostante la macchina operativa continui a fare il suo dovere organizzando le ultime iniziative in calendario. Oggi non esistono vertici nella società sebbene Mauro Monti, vicesindaco di Morbegno, continui a tenere una sorta di delega pro tempore da amministratore delegato (però lui si è dimesso).
E quella di Eventi è una storia di dimissioni, soprattutto forzate. Le prime in ordine di tempo nel 2008, quella del presidente unico Silvano Passamonti, già implicato nelle note vicende giudiziarie. Le ultime quelle del direttore generale Luca Spagnolatti. In mezzo - la scorsa primavera - le dimissioni di Monti che aveva dichiarato di avere esaurito il suo compito nella società.

l.begalli

© riproduzione riservata