Sabato 28 Agosto 2010

Funghi, ormai è una strage:
un altro morto in Val Gerola

GEROLA Funghi, ormai è una strage. È deceduto probabilmente a seguito di una caduta Alberto Brocchi, 56 anni di Morbegno e originario di Rasura, che ieri aveva raggiunto la Val Gerola alla ricerca di funghi.
I soccorsi sono stati allertati intorno alle 18, quando Alberto Brocchi avrebbe già dovuto fare rientro a casa: la sua auto è stata ritrovata sulla strada di Nasoncio, frazione di Gerola da dove si prosegue a piedi per raggiungere il versante di Taida. Si è cercato per alcune ore nei boschi della zona scoscesa e riconosciuta anche dagli esperti come particolarmente pericolosa ma altrettanto battuta soprattutto in questo periodo dai fungiatt.
Soccorso alpino, guardia di finanza, vigili del fuoco e protezione civile hanno raggiunto la zona per battere l'ampia area in cui l'uomo si è recato, solo, in cerca di funghi. Una cinquantina in tutto gli uomini impegnati a scandagliare i boschi della zona e poco dopo le 20, quando la luce scarsa già lasciava spazio all'organizzazione delle squadre di ricerca per il giorno successivo, gli uomini del soccorso alpino hanno comunicato il ritrovamento. I difficili contatti radio con gli uomini che hanno ritrovato il corpo non hanno consentito di ricostruire nei dettagli le caratteristiche del luogo dell'incidente, anche se si pensa a una caduta. Difficoltoso anche il recupero, avvenuto nella tarda serata di ieri, che ha reso necessario l'utilizzo di corde e attrezzature apposite data la particolare asperità della zona.
Per la Val Gerola è il terzo caso, in poco più di un mese, in cui un abitante perde la vita a seguito di un incidente in montagna. Il più recente è quello di martedì scorso, quando Rosanna Svanella della frazione Dosso di Cosio, poco lontano da Rasura, ha perso la vita nei boschi sotto casa dove cercava funghi con la cognata. Il 6 agosto Bruno Pezzini è deceduto, ai piedi del monte Rosetta sopra Rasura, a seguito della caduta riportata mentre con alcuni amici si era recato in zona per raccogliere mirtilli.

l.begalli

© riproduzione riservata