Sabato 31 Luglio 2010

Si ustiona con la benzina
grave giovane di Chiuro

CHIURO - Momenti drammatici quelli vissuti poco dopo le 18.30 di ieri a Casacce di Chiuro, quando un ragazzo di 17 anni, A. T., è rimasto vittima dell'incendio scoppiato nell'autorimessa della propria abitazione e che adesso è ricoverato al centro grandi ustionati di Verona. Quando il personale del 118 lo ha soccorso, presentava ustioni su 40 per cento del corpo.
Anche il padre - che non soltanto ha assistito alla scena, ma ha anche spento le fiamme con un estintore ancora prima che arrivassero i vigili del fuoco - ha avuto bisogno delle cure dei medici a causa del forte shock emotivo subìto.
Il giovane stava travasando della benzina da una tanica al serbatoio dello scooter quando una scintilla sprigionatasi per qualche ragione ancora poco chiara dall'accendino ha raggiunto il liquido infiammabile provocando l'esplosione. La fiammata è arrivata fino all'esterno della struttura attraverso un tombino. Lo stesso effetto di una bomba molotov. Tutto a neanche un metro dal giovane, rimasto ustionato soprattutto alle braccia, alle mani e a una gamba. «Per fortuna in faccia non aveva nessun segno - dice la mamma -. Sul braccio però non aveva più la pelle, come se avesse indossato un guanto e l'avesse tolto».
Ai medici è bastata una prima valutazione per rendersi conto che sarebbe stato decisamente meglio trasferire il paziente in una struttura maggiormente idonea alle cure di situazioni come quella. E poco dopo è stato richiesto l'intervento dell'elicottero di Como per il trasferimento al centro grandi ustionati di Verona dove il ragazzo adesso si trova ricoverato.

l.begalli

© riproduzione riservata