Mercoledì 07 Luglio 2010

Villa di Tirano, arrestato
per possesso di cocaina

VILLA DI TIRANO - È ai domiciliari il giovane di Tirano arrestato sabato sera dai carabinieri per spaccio di cocaina. Lo ha deciso il giudice per le indagini preliminari Pietro Della Pona al termine dell'udienza di convalida di ieri mattina.
Dopo due giorni in cella, Alberto Spada, classe '89, ha così potuto fare ritorno alla casa dove vive con i propri genitori, conosciutissimi commercianti della città aduana. Non è però libero di circolare liberamente, essendo comunque sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.
È stato il fatto che il giovane non avesse precedenti penali a spingere il gip a concedere una misura cautelare meno grave del carcere. Spada risulta incensurato, insomma, anche se nel Tiranese la sua inclinazione per la trasgressione e gli stupefacenti non era certo un segreto. Sabato sera i militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia guidata dal comandante Michele Prete lo hanno fermato a Villa su un'auto in cui c'erano altri due ragazzi della zona. Non c'è voluto molto a capire che c'era qualcosa di strano. I giovani, già di per sé quantomeno esuberanti, sembravano decisamente nervosi.
Ecco perché sono scattati i controlli più accurati. Dalla perquisizione personale su Spada sono saltati fuori 9,5 grammi di cocaina già bell'e suddivisa in dosi. A uno degli amici, 28 anni, è stato contestato invece il possesso di 12 grammi di hashish. Se l'è cavata con una denuncia a piede libero.
Stessa sorte per il terzo ragazzo, 25 anni, che girava come se niente fosse con un coltello a serramanico in tasca. Se per questi non è stato necessario procedere all'arresto, per Spada sono scattate le manette.
Deve rispondere dell'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Tutta la droga trovata dai carabinieri, intanto, è finita sotto sequestro.

r.carugo

© riproduzione riservata