Martedì 15 Giugno 2010

«Eventi Valtellinesi:
società bancomat»

Amministratori sotto shock. In provincia è stato un risveglio traumatico per la classe politica locale, che non ha mai conosciuto una "retata" di tale entità ai denni dei colletti bianchi. Scene - e accuse - che mai si erano viste e sentite in provincia ai danni di un gruppo così esteso di persone.
Sono infatti accusati a vario titolo di peculato, concussione e truffa aggravata ai danni della Regione Lombardia le sette persone arrestate (tra questi il presidente della Comunità Montana di Morbegno) dalla gdf di Sondrio su disposizione del gip Pietro Della Pona.
Secondo quanto spiegato dalla guardia di finanza, decine di proprietari terrieri dei Cercino sono stati costretti a cedere appezzamenti di terreno a prezzi stracciati rispetto al valore reale sotto minaccia di un esproprio pubblico che avrebbe comportato l'erogazione di somme ancora più basse. I terreni in questione - circa 7 ettari in tutto - sono stati poi acquisiti dalla Galperti di Dervio che vi ha realizzato un grosso stabilimento. Ulteriori indagini hanno portato a vagliare atti e provvedimenti della Comunità montana di Morbegno e della contabilità di una sua controllata, la Eventi Valtellinesi che, ha spiegato la Gdf, è una società pubblica a tutti gli effetti. Il gip l'ha definta una società "bancomat" in quanto destinata a soddisfare le esigenze private degli arrestati. I fondi pervenuti alla Eventi Valtellinesi, secondo la gdf, sono stati utilizzati, ad esempio, per aprire polizze assicurative vita e infortuni di cui sono stati nominati beneficiari due degli arrestati. Inoltre con carte di credito e bancomat della Eventi sarebbero state pagate cene ad amici e parenti e sarebbero stati acquistati, ad esempio, cravatte, cioccolato svizzero e cesti natalizi In carcere sono finti Silvano Passamonti, presidente della comunità montana di Morbegno, Luca Spagnolatti, project manager della società Eventi Valtellinesi ed ex assessore della Cm, l'ex sindaco di Cercino, Renzo Barona, e la consulente del lavoro Simona Vitali di Berbenno.
Ai domiciliari il candidato sindaco alle ultime elezioni per Morbegno, per il centrodestra, Salvatore Marra, Giacomino Rebuzzi, presidente del Bim ed ex assessore in Cm e Franco Gusmeroli, segretario comunale a Cercino.

l.begalli

© riproduzione riservata