Martedì 15 Giugno 2010

«Peggio di tangentopoli,
il Pdl ora faccia ammenda»

Una assunzione di responsabilità politica. Gli arresti che stanno scuotendo il mondo politico provinciale hanno spinto Angelo Costanzo, consigliere regionale e segretario provinciale del Pd di Sondrio, a una dura presa di posizione tramite un comunicato diffuso pochi minuti fa. «Gli arresti eseguiti questa mattina dalla guardia di finanza di noti esponenti del centrodestra locale, tra cui il presidente della comunità montana di Morbegno Silvano Passamonti, ex coordinatore provinciale di Forza Italia, e l'ex candidato sindaco di Morbegno del Pdl e della Lega Salvatore Marra mettono in luce un preoccupante sistema di concussione, peculato e truffa anche ai danni della Regione Lombardia», scrive Costanzo, che esprime tutto il suo disappunto per quanto sta accadendo in queste ore.

«Un episodio gravissimo che nemmeno negli anni bui di tangentopoli aveva coinvolto esponenti della politica locale della provincia di Sondrio - continua -. Confido nell'azione rapida della magistratura a cui va il plauso per il lavoro svolto.

Sulle indagini che da tempo coinvolgono l'esponente del Pdl e presidente della Comunità montana Passamonti ho sempre mantenuto un atteggiamento garantista e di serietà pur esprimendo la mia netta contrarietà all'assunzione da parte sua, essendo indagato, di ruoli istituzionali come la presidenza della comunità montana e del bacino imbrifero montano (Bim), alla quale solo due settimane fa era uno dei possibili candidati del Pdl.

Sarà il processo a stabilire le responsabilità penali dei singoli indagati e arrestati, e quindi non emetto giudizi di colpevolezza. Ora che sono scattati gli arresti, chiedo però al Pdl di assumersi la responsabilità politica di quanto accaduto. Non posso non fare notare che l'esponente del Pdl, Silvano Passamonti, era uno dei possibili candidati alla presidenza del Bim sostenuto dal suo partito».

l.begalli

© riproduzione riservata