Lunedì 14 Giugno 2010

Cosio, furto al bar
Rubati 4mila euro

COSIO E' di circa quattromila euro il bottino ricavato dai soliti ignoti al bar “La Garuffa”, nella notte fra venerdì e sabato scorsi. Il locale situato in via Nazionale a Regoledo (che nell'aprile del 2007 subì un analogo furto) è gestito da più di un anno dal cittadino cinese Zhu Haiqng. «Hanno sfondato la porta sul retro - racconta il gestore - all'interno abbiamo dei videogame e anche il cambiamonete, li hanno portati via, adesso li abbiamo già sostituiti».
Il locale è protetto da un impianto anti intrusione che però non è scattato. L'uomo alza le spalle, perplesso, non riesce a spiegarsi il fatto. Forse i malviventi, com'è capitato già in altre occasioni, hanno messo fuori uso il sistema d'allarme. Tant'è che per i malviventi è stato facile introdursi nel locale. «Non hanno toccato il computer e nemmeno il cellulare - ancora il titolare del bar - è probabile che fossero interessati soltanto ai soldi. Comunque ho fatto denuncia ai carabinieri, ma per cercare di fermare queste persone servirebbe una maggiore incisività da parte delle forze dell'ordine, visto che paghiamo le tasse».
Il gestore afferma di avere anche dei sospetti su uno degli avventori che nei giorni precedenti al furto ha frequentato il suo locale e dice di aver fornito una descrizione della persona ai carabinieri che sabato sono stati sul posto per raccogliere gli elementi del caso. Nessuno dei vicini pare si sia accorto di nulla. Il colpo è stato messo a segno in piena notte «dopo le tre», precisa il titolare. Pochi giorni fa un altro colpo alle macchinette, al bar Latino di Nuova Olonio dove sono spariti videogame e registratore di cassa.

l.begalli

© riproduzione riservata