Lunedì 14 Giugno 2010

Morbegno gongola: in 8mila
alla Notte Bianca di sabato

MORBEGNO  - Oltre 400 tra artisti e collaboratori impegnati in 22 differenti attività con 20 impianti di amplificazione collegati, ma soprattutto più di 8 mila persone che hanno pacificamente invaso il centro di Morbegno in occasione della più riuscita tra le Notti Bianche proposte finora dal capoluogo della bassa Valtellina.
Alla fine la pioggia è arrivata, ma proprio alla fine, verso l'1.30, quando il pubblico aveva assaporato tutte le proposte messe in calendario. Prima, poco dopo le 20, qualche scroscio che aveva creato panico, ma la voglia di stare insieme, di mostrare l'opera preparata con sacrificio da tempo aveva sprigionato una sorta di energia capace di fermare il temporale.
Oltre alle iniziative per i più piccoli, in Piazza Mattei lo spettacolo che forse più d'ogni altro ha catalizzato l'attenzione del pubblico. La danza con i gruppi Abracadanza, AF Corpo Libero, Antica Mesopotamia, DDDance School Asdé, Electrick Boogie, Le Rose di Iside, Performing Danza, Route 38 Country Group, Sognando Latino e Studio Danza che si sono alternati su un palco montato davanti alla Filiale di Banca Intesa e che ha sempre registrato il pieno di folle dalla prima all'ultima esibizione.
Il secondo Polo allestito per il ballo era posto in via Damiani e anche lì, grande affluenza con l'Hip-Hop, la danza del ventre e Progetto Danza oltre ad altri gruppi che già si erano esibiti accanto al monumento ai Caduti. Di fronte alla Pretura il gruppo della comunità senegalese ha ricevuto molti apprezzamenti non solo per i ritmi imposti da tamburi e djambé o dalla grande capacità di ballo, ma anche per i costumi indossati e la gioia trasmessa agli spettatori.
E poi musica, tanta musica per tutti i palati. Difficile non trovare quella di proprio gusto perché dalle bande cittadine al pop acustico; dai cori ai gruppi folkloristici, fino alla musica etnica, pop, rock, jazz la proposta era veramente completa.

s.baldini

© riproduzione riservata