Sabato 29 Maggio 2010

Maxiretata antidroga:
gli indagati confessano

Esauriti gli interrogatori delle persone arrestate per presunto spaccio di cocaina, ieri il gip Pietro Della Pona ha cominciato a sentire gli indagati accusati di vendere eroina. Con quelli in programma questa mattina, il quadro degli interrogatori di garanzia degli arrestati finiti in carcere sarà concluso.
Per ora i presunti pusher dell'eroina hanno ammesso tutte le proprie responsabilità di fronte al giudice, cercando casomai soltanto di ridimensionare il numero delle cessioni contestate. Le ammissioni degli indagati, per i quali si profila ora la possibilità di una rapida scarcerazione, confermano la vastità del giro stroncato dalla polizia: 109 gli assuntori accertati. Proprio dai loro nomi partono le indagini della polizia, già attiva per identificare gli spacciatori pronti a prendere il posto di quelli finiti in carcere.
Il sistema messo a punto dagli inquirenti valtellinesi è ormai collaudato: due o tre anni di indagini serrate, con appostamenti, intercettazioni, piccoli sequestri, arresti. Poi una mega retata, con una quarantina di arresti tutti insieme e gli interventi straordinari di rinforzi da Milano, con tanto di unità cinofile ed elicottero.

r.carugo

© riproduzione riservata