Lunedì 24 Maggio 2010

Assemblea di Confartigianato:
"La crisi si supera innovando"

Artigiani a raccolta oggi pomeriggio a Lanzada per la 65ª assemblea della Confartigianato Imprese Sondrio. Un appuntamento importante per fare il punto sullo stato del comparto in questo lungo periodo di crisi economica. A fare gli onori di casa il presidente, Fabio Bresesti, che nella sua relazione ha affrontato i temi cari alla categoria, oltre a fare una disamina della situazione.
Bresesti ha descritto un "settore dinamico capace di superare le fasi difficili con vitalità e intraprendenza". Le previsioni del 2010 non chiariscono come evolverà la crisi e il 2009 è stato difficile, ma l'aria pesante "è stata frenata dall'eterogeneità del nostro sistema economico". E anche dalla mobilitazione di enti, istituzioni e banche locali, pronti a soccorrere gli artigiani con progetti tutti volti all'accesso al credito e alla liquidità. Il presidente della categoria, apprezzando i pregi degli imprenditori artigiani, ha, però, anche lanciato loro un monito: "In questi momenti l'errore più grande è stare fermi o fronteggiare la concorrenza con una deleteria guerra dei prezzi". Innovazione è la parola chiave per superare la crisi con prospettive di lungo corso.
E che l'artigianato locale stia per adesso reggendo bene il periodo difficile è testimoniato anche dai dati sulle cassa integrazioni in deroga forniti dall'ufficio sindacale della Confartigianato di Sondrio: dall'agosto del 2008 ad aprile di quest'anno il sistema artigiano ha presentato 87 domande di cassa, corrispondenti a 55 aziende, per un totale di un centinaio di lavoratori. Un dato esiguo se paragonato alle oltre 5mila imprese del comparto presenti in provincia, di cui oltre 3mila rappresentate dall'Unione artigiani di Sondrio.

a.polloni

© riproduzione riservata