Sabato 08 Maggio 2010

Per le Feste dell'Oasi del Wwf
apre anche quella di Valpredina

Il 9, 16 e 23 maggio, tutti invitati alla ventesima edizione della Festa delle Oasi WWF, che per l'Anno della Biodiversità apre gratuitamente per ben tre domeniche consecutive le oltre 100 Oasi in tutta Italia, con numerose iniziative per tutte le età.

Con questa speciale edizione iIWWF vuole mettere a contatto con la natura gli italiani e far conoscere le tante specie animali evegetali, di cui molte rare e minacciate, che nelle Oasi hanno trovato rifugio. Con 57.468 specie animali (di cui l'8,6% endemiche, ovvero vivono solo nel nostro Paese) e 12.000 specie di flora (l3,5% endemiche), l'Italia è il paese, europeo più ricco di biodiversità.

Ma oggi è a rischio estinzione il 66% degli uccelli, il 64% dei mammiferi, il 76% degli anfibi e l'88% dei pesci d'acqua dolce, minacciati da consumo del suolo, modifica .degli habitat, inquinamento, bracconaggio, pesca e caccia eccessiva. Per l'Anno della Biodiversità il WWF ha avviato una campagna di sensibilizzazione ed informazione inaugurata da incontri istituzionali con le massime cariche dello Stato, a partire dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, per indicare una road map di interventi affinché il nostro Paese compia tutti i passi necessari per confermare e difendere il suo ricchissimo patrimonio naturale.

Le 100 Oasi, oltre 30.000 ettari di territorio protetto, sono il più grande progetto di conservazione del WWF portato avanti in quarant'anni di azione sul campo grazie all'aiuto di migliaia di Soci, sostenitori, volontari, Enti, aziende e donatori privati, un patrimonio naturale difeso e restituito alla comunità. Come contributo all' Anno della Biodiversità indicato dall'ONU, il WWF ha anche aperto 25 nuovi CANTIERI PER LA BIODIVERSITA' ovvero, progetti concreti di conservazione per la salvaguardia di specie ed habitat in pericolo. Si va dalla reintroduzione della Testuggine acquatica, alla realizzazione di isolotti artificiali per I nidificazione di sterne, fenicotteri, anatre e rallidi nelle Oasi di zone umide fino al monitoraggio del capovaccaio, avvoltoio ormai rarissimo sul territorio italiano.

In particolare l'Oasi WWF di Valpredina, a Cenate Sopra, è coinvolta in progetti per: l'ampliamento degli habitat idonei per anfibi e per il Gambero di fiùme autoctono, la realizzazione e posizionamento di nidi artificiali per passeriformi insettivori e pipistrelli, per la realizzazione di nidi artificiali per bombi e api, preziosi indicatori della qualità ambientale.

Inoltre l'Oasi WWF di Valpredina è partner nel progetto “Osservatorio Oasi” per il monitoraggio dei cambiamenti climatici nelle Oasi WWF, in collaborazione con Epson me te o La visita di un'Oasi è anche un'ottima occasione per decidere di diventare Soci WWF ed unirsi ai sostenitori attivi dei progetti promossi dall'Associazione; in occasione della festa delle Oasi i nuovi Soci riceveranno in omaggio una simpatica maglietta a rkordo dell'Anno della Biodiversità. L'evento ha ricevuto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio. di Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Presidenza del Senato, Presidenza della Camera dei Deputati, Conferenza delle Regioni, Ministero delle Politiche Agricole, Unione Province Italiane (UPI), Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI).

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags