Sabato 01 Maggio 2010

Chiavenna: inaugurati
12 appartamenti Aler

Dodici appartamenti a canone sociale in un nuovo stabile di via Mosca. 
Oggi a Chiavenna c'è stato un taglio del nastro atteso da diverse famiglie della città. I lavori di costruzione del condominio realizzato dall'Aler sono iniziati nel novembre del 2008. E' un fabbricato composto da dodici alloggi e sei autorimesse. E' costato 930mila euro ed è stato cofinanziato dalla Regione Lombardia per una cifra di 667mila in attuazione del programma per l'edilizia residenziale pubblica del triennio 2007-09. Le opere principali sono state appaltate all'impresa Gimaco di Delebio. La progettazione è stata curata dall'Ufficio tecnico dell'Aler, che ha seguito anche la direzione lavori con l'architetto Antonio Saligari e il geometra Andrea Giugni. Dal 1976 nel quartiere di via Mosca sono stati costruiti da Aler 45 alloggi in affitto e 22 in vendita.
«Questo intervento dà risposte a una richiesta di case a canone sociale che per Chiavenna è arrivata a 71 domande - ha detto nel suo intervento il presidente dell'Aler Sondrio, Gildo De Gianni -. E' necessario che lo Stato e la Regione continuino a finanziare l'edilizia sociale per consentire alla nostra azienda di dare risposte concrete ai bisogni abitativi delle fasce deboli della popolazione, che tra l'altro - ha aggiunto - è alle prese con un periodo di pesante crisi economica».
Lo stabile di via Mosca è stato studiato e realizzato utilizzando le nuove tecniche di risparmio energetico. E' dotato di pannelli solari, che contribuiranno al contenimento delle spese per la produzione di acqua calda, con un impianto di riscaldamento a pavimento che garantisce comfort maggiori rispetto ai termosifoni tradizionali. Alla cerimonia hanno preso parte anche i consiglieri regionali Angelo Costanzo (Pd) e Ugo Parolo (Lega Nord), che hanno garantito il proprio sostegno in Regione sul fronte dell'edilizia popolare.
L'esponente del Carroccio si è soffermato anche sulla necessità di dedicare un'adeguata attenzione alla manutenzione e alla riqualificazione del patrimonio immobiliare dell'Aler.
Al termine degli interventi dei rappresentanti delle istituzioni c'è stata la benedizione da parte del parroco di San Fedele, don Giuseppe Paggi. «Dodici famiglie rappresentano una piccola comunità - ha spiegato il sacerdote che da cinque anni guida la comunità cristiana di una delle due parrocchie chiavennasche -. Alle persone che abiteranno in questo condominio auguriamo di costruire relazioni positive».
Dopo la consegna delle chiavi ai rappresentanti delle famiglie c'è stata la visita delle autorità al condominio, un'ottima occasione per osservare la qualità delle abitazioni messe a disposizione dall'Aler.

l.begalli

© riproduzione riservata