Martedì 27 Aprile 2010

L'istruttore si difende:
<Mai venduto doping>

«Non ho mai venduto alcun medicinale vietato e, men che meno, facevo parte di un'organizzazione dedita allo spaccio di sostanze dopanti». Interrogato ieri dal giudice delle indagini preliminari Pietro Della Pona, l'istruttore dell'Alta Valle finito nei giorni scorsi agli arresti domiciliari su ordine di custodia emesso dalla Procura di Trento ha respinto ogni accusa.
Per il momento però Massimo Dossi, quarantenne di Santa Caterina in Valfurva, non può ancora lasciare la propria abitazione.

r.carugo

© riproduzione riservata