Domenica 28 Marzo 2010

Piccoli disservizi quotidiani?
A Morbegno c'è uno sportello

Davanti a casa è comparsa una buca, un vandalo ha divelto il palo dell'illuminazione pubblica, l'acqua scende marrone dai rubinetti o ai giardini pubblici mancano i cestini dell'immondizia? Per segnalare problemi, disservizi e anomalie il Comune di Morbegno ha istituito uno sportello aperto al cittadino che riguarderà sia il settore dei lavori pubblici e le manutenzioni che l'assessorato all'Ambiente.
Per migliorare questo servizio, partito in via sperimentale alcuni mesi fa, è stata individuata una persona, l'impiegata dell'ufficio tecnico Nadia Navarra, alla quale poter rivolgersi in caso di necessità. «In questo periodo di sperimentazione - ha spiegato l'assessore ai Lavori Pubblici Francesco Bongio - abbiamo già ricevuto un centinaio di segnalazioni per varie problematiche, ma l'impegno che si assumeranno gli uffici e l'amministrazione sarà di rispondere, in forma scritta o orale, al cittadino entro un mese». Prima di intervenire, l'ufficio provvederà a verificare la segnalazione e, dopo aver riscontrato l'effettiva necessità dell'intervento, procederà con la fase attuativa. Se la competenza appartiene invece ad un altro ente (Sca, Sem, Enel, società appaltatrici o privati), si provvederà alla necessaria comunicazione.
L'indicazione dovrà contenere tutte le informazioni per attuare la procedura con notizie utili alla descrizione e la localizzazione oggetto della segnalazione. Il cittadino dovrà fornire il proprio nome, indirizzo e recapito telefonico. La descrizione della anomalia e richiesta di intervento. La denominazione della via e l'altezza del corrispondente numero civico in cui è stato riscontrato il problema  o qualunque altra informazione utile per poter localizzare la zona oggetto della richiesta. Lo sportello è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 presso l'ufficio tecnico, al quale ci si può rivolgere personalmente, per telefono (0342/606207 ), via  e-mail ([email protected]), o via fax 0342/ 606253.

l.begalli

© riproduzione riservata