Domenica 28 Febbraio 2010

Regionali, in lizza
8 candidati valtellinesi

Lo scoglio delle mille firme miete qualche “vittima”: ieri a mezzogiorno sono scaduti i termini per presentare le candidature alle elezioni regionali di fine marzo, e non tutte le formazioni politiche attese all'appuntamento sono riuscite a raggranellare le sottoscrizioni necessarie. Non ha raggiunto il “traguardo” della presentazione della lista in Valle, infatti, Sinistra ecologia e libertà, che per la presidenza della Regione sostiene la candidatura di Filippo Penati e in provincia avrebbe presentato Gianni Confalonieri, il quale da senatore si impegnò in prima persona nella battaglia per la moratoria sulle acque.
Mille firme, spiegavano ieri i sostenitori della formazione, si sono rivelate troppe da raccogliere in tempi stretti, in una provincia che conta circa 160mila aventi diritto al voto, per una forza politica che al momento è sprovvista di una struttura articolata sul territorio. All'Ufficio centrale circoscrizionale del Tribunale, dunque, in tutto sono state presentate otto liste: Partito democratico, Unione di Centro, Partito Pensionati, Federazione della Sinistra, Italia dei Valori, Popolo della Libertà e Lista Bonino-Pannella. Per conoscere il quadro definitivo delle formazioni in corsa, però, bisognerà attendere ancora un po': firme e sottoscrizioni delle liste presentate, infatti, ora verranno conteggiate e verificate, e da questo esame uscirà l'elenco definitivo delle liste provinciali ammesse alla competizione elettorale del 28 e 29 marzo.
A meno di cambiamenti dell'ultimo minuto legati alle verifiche sulle firme, dunque, la “squadra” dei valtellinesi che si propongono agli elettori come candidati consiglieri regionali sarà composta da otto nomi: con la Lega Nord, che in Valle si è “laureata” primo partito alle ultime elezioni, è in corsa Ugo Parolo, già deputato per due mandati e ora assessore provinciale alla grande mobilità. Il Carroccio per la carica di governatore sostiene Roberto Formigoni, così come il Pdl che in provincia schiera - l'ufficialità è arrivata proprio in questi giorni - il tiranese Roberto Baitieri, che è stato preferito al consigliere uscente Bordoni. A sfidare Formigoni per la poltrona più importante del Pirellone c'è poi Filippo Penati, sostenuto da Partito democratico, Italia dei Valori e Sinistra ecologia e libertà: in Valle il Pd si presenta con il suo segretario provinciale Angelo Costanzo, alla sua prima prova elettorale, mentre l'Idv propone il morbegnese Piermario Puliti, uomo di scuola alla prima esperienza politica importante. In corsa per il Pirellone c'è anche Savino Pezzotta per l'Udc, partito che in provincia ha scelto come candidati consiglieri due amministratori “di lungo corso”: Lucia Buzzetti, già presidente della Comunità montana della Valchiavenna, e Gianfranco Cucchi, già assessore e consigliere comunale a Sondrio, unico rappresentante valtellinese inserito un listino. Il giovane morbegnese Gianfranco Camero, invece, è fra i candidati consiglieri regionali della lista Bonino-Pannella, che per la presidenza della Regione propone agli elettori il nome di Marco Cappato. La Federazione della Sinistra, infine, presenta come candidato presidente Vittorio Agnoletto e ha inserito fra i candidati consiglieri Paolo Rizzi di Delebio, proveniente dall'esperienza dei Giovani Comunisti.

l.begalli

© riproduzione riservata