Martedì 23 Febbraio 2010

Morto il pensionato
sepolto dalla valanga

Non ce l'ha fatta. Del resto le sue condizioni erano apparse fin da subito molto serie. È morto questa mattina agli Ospedali Riuniti di Bergamo Emilio Borgonovo, il pensionato brianzolo di 71 anni che era stato travolto domenica mattina a Bormio da una valanga. Borgonovo era arrivato a Bergamo domenica nel primo pomeriggio in grave stato di ipotermia, dopo essere stato rianimato sulla neve; in serata il suo cuore aveva ripreso a battere, ma l'attività cerebrale era già compromessa.
Si aggrava dunque la posizione di Gabriele Volontè, il giovane di 28 anni di Inverigo (Como) arrestato domenica notte dalla polizia, perché ritenuto responsabile di aver provocato la valanga, che ha travolto e ucciso il pensionato di Meda. L'uomo, che domani sarà ascoltato dal gip Pietro Della Pona, doveva infatti già rispondere di concorso in valanga colposa con colpa cosciente e di lesioni personali colpose gravi, per cui rischiava fino a cinque anni di reclusione. Appare comunque quasi scontata la sua scarcerazione, visto che la stessa Procura chiederà gli arresti domiciliari.
Questa mattina i medici, dopo 24 ore di stretta osservazione, cui Borgonovo era stato sottoposto dopo l'uscita dal coma farmacologico, hanno effettuato nuovi esami per verificare l'attività cerebrale. Ogni tentativo di strapparlo alla morte, però, si è rivelato inutile; il decesso è stato dichiarato alle 9.15. I familiari hanno acconsentito, se gli esami saranno compatibili, alla donazione di fegato, cornee e cute.

l.begalli

© riproduzione riservata