Lunedì 01 Febbraio 2010

A Chiavenna mezzo milione
per togliere l'eternit alla Garibaldi

Approvato il progetto definitivo dei lavori che serviranno a rimuovere le parti in eternit della copertura del complesso delle scuole Garibaldi di Chiavenna. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Maurizio De Pedrini ha dato seguito in questi giorni alla presa d’atto del finanziamento regionale e statale ricevuto questa estate, che ha permesso di pianificare gli interventi riguardanti la scuola secondaria di primo grado "Garibaldi" e la primaria intitolata a Segantini".
Non solo eternit, visto che il quadro delle opere è abbastanza ampio, ma sicuramente la rimozione in sicurezza delle coperture realizzate con materiale cancerogeno sono la novità più importante per quanto riguarda la tutela della salute dei ragazzi. Le ricognizioni effettuate sulla copertura in passato, dopo un primo intervento di rimozione parziale nel 2002, avevano sempre dato esiti confortanti. Come noto il cemento-amianto che costituisce l’eternit diventa pericoloso solo quando degrada e inizia a rilasciare polveri che entrano in circolo attraverso l’apparato respiratorio. Da questo punto di vista la situazione è ancora sotto controllo, ma ovviamente prima o poi bisognava cominciare a mettervi mano. Per questo il comune ha preso la palla al balzo del finanziamento regionale, alla quale se ne è aggiunto uno analogo statale, per convogliare in questa operazione le risorse destinate agli edifici scolastici.

a.polloni

© riproduzione riservata